rotate-mobile
social

Oggi 5 dicembre: Oroscopo Paolo Fox & Almanacco

Previsioni segno per segno fortuna, lavoro, amore

I fatti più importanti, feste, ricorrenze, compleanni, caratteristiche dei nati oggi e i segni più fortunati.

Oroscopo del giorno

Oroscopo Paolo Fox 5 dicembre. Cosa ci riservano le stelle scopriamolo attraverso le previsioni dell'astrologo più famoso d'Italia che tutte le mattine su Radio Lattemiele racconta agli appassionati di segni zodiacali come le stelle influiranno sull'andamento della giornata.

Ariete - Cari ariete, bello questo periodo per i sentimenti, godetevelo tutto senza pensieri. Sul lavoro coltivate i contatti perché saranno fondamentali per il vostro futuro. 

Toro - Cari toro, in amore c'è qualcosa che non ha funzionato ma non perdete le speranze. Sul lavoro bisogna stare un po' più concentrati per evitare errori di distrazione. 

Gemelli - Cari gemelli, è il momento di vivere l'amore senza più remore, quindi godetevi questo momento fortunato. Sul lavoro, invece, ci vuole un po' più di cautela. 

Cancro - Cari cancretti, in amore c'è un po' di agitazione ma cercate di chiarire con il partner quello che non sta funzionando. Sul lavoro tutto procede bene, aspettatevi novità.

Leone - Cari leoncini, in amore meglio non accendere discussioni con il partner, oggi non è giornata. Sul lavoro ci sono un bel po' di cose da fare ma non tiratevi indietro. 

Vergine - Cari vergine, le stelle di oggi parlano di emozioni forti, non abbiate paura di lasciarvi andare. Sul lavoro arrivano belle novità. 

Bilancia - Cari bilancia, in amore bisogna tagliare con il passato per andare avanti. Sul lavoro cercate più sicurezza ma per adesso dovrete accontentarvi. 

Scorpione - Cari scorpioncini, il cielo di oggi parla di progetti importanti per il futuro e sul lavoro favoriti i contatti con l'estero. 

Sagittario - Cari sagittario, in amore c'è un po' di nervosismo ma non fatevi travolgere. Sul lavoro bene per i liberi professionisti. 

Capricorno - Cari capricorno, la luna vi regala belle emozioni in amore oggi, non chiudetevi in casa. Sul lavoro siete ancora alla ricerca della vostra professione. 

Acquario - Cari acquario, in amore ci vuole un po' di prudenza in più nelle scelte e sul lavoro potrebbe esserci una promozione. 

Pesci - Cari pesciolini, torna un bel periodo per l'amore dopo settimane un po' stressanti. Sul lavoro avete bisogno di più conferme ma presto otterrete belle occasioni di crescita professionale. 

Almanacco

Il 5 dicembre è il 339º giorno del calendario gregoriano. Mancano 26 giorni alla fine dell’anno.

Giornata Mondiale del Suolo

Accadde oggi

Inizia la caccia alle streghe, finisce il proibizionismo, nelle acciaierie della Thyssen muoiono bruciati 7 operai.

  • 1456 – Il 5 dicembre un immane terremoto sconvolge la Campania e le regioni circostanti, con epicentro nella zona del Sannio ebbe una magnitudo di circa 7.1, con ripetute scosse secondarie nella zona dell’Irpinia e del Molise. Migliaia le vittime (oltre 30.000), probabilmente si tratta del terremoto più forte che si è avuto sulla terra ferma in Italia nell’ultimo millennio, ad eccezione del Terremoto di Messina del 1908 e del Terremoto del Val di Noto del 1693 in Sicilia.
  • 1484. Viene promulgata la bolla papale “Summis desiderantes affectibus” di Innocenxo VIII, che condanna l’attività di maghi e streghe e dà il via libera all’Inquisizione in Germania.
  • 1492. Il navigatore italiano Cristoforo Colombo sbarca sull’isola di Hispaniola. E’ il primo europeo a mettere piede sul territorio delle attuali Haiti e Santo Domingo.
  • 1746. Un ragazzo di 11 anni, Giovanni Battista Perasso, (soprannominato il balilla) lancia un sasso contro un ufficiale austriaco, dando il via all’insurrezione di Genova.
  • 1791. Muore all’età di 35 anni Wolfgang Amadeus Mozart. Il compositore e pianista austriaco è annoverato tra i geni della musica. Dotato di raro talento, lascia indimenticabili composizioni che spaziano in tutti i generi musicali del suo tempo: la musica sacra, l’oratorio, la sinfonia, il concerto per strumento solista ed orchestra, la musica da camera, la sonata per pianoforte ed il lied. E` il principale esponente del “Classicismo” settecentesco, i cui canoni principali erano l’armonia, l’eleganza, la calma imperturbabile e l’olimpica serenità.
  • 1926. Prima proiezione del film “La corazzata Potemkin” di Sergei Esenstein, considerato uno dei capisaldi del cinema russo.
  • 1933 – Finisce il proibizionismo: l’America si riprese la libertà di bere. Alle 17,27 (ora di New York) del 5 dicembre 1933, boccali di birra e bicchieri di whisky tintinnarono.
  • 1945 – Cinque aerei del Volo 19 in addestramento scompaiono misteriosamente nel Triangolo delle Bermude
  • 1963. Nasce il governo Moro con la partecipazione diretta dei socialisti, che tornano al governo dopo diciassette anni. A Pietro Nenni va la vicepresidenza del Consiglio. Inizia così il centro-sinistra: una fase fondamentale della storia d’Italia.
  • 1967. Aldo Braibanti, professore di filosofia, è accusato di aver plagiato due suoi studenti che, in due epoche diverse, avevano vissuto con lui. Il caso Braibanti suscita clamore nell’opinione pubblica e fra gli intellettuali, poiché fra il docente e i suoi allievi c’era stata una relazione omosessuale.
  • 2007. Nella notte fiamme nelle acciaierie della ThyssenKrupp di Torino. 7 operai muoiono investiti da un incendio provocato dalla fuoriuscita dell’olio bollente che serve per raffreddare i laminati. Gli operai si trasformano in torce umane, l’ultima delle vittime muore dopo 24 giorni di agonia.
  • 2013. Si spegne a Johannesburg Nelson Mandela. Premio Nobel per la Pace nel 1993 quale simbolo della lotta contro la discriminazione razziale. Era diventato presidente del Sudafrica dopo anni e anni di carcere.

1484 – Inizia la caccia alle streghe: “È recentemente giunto alle nostre orecchie che in alcune regioni dell’alta Germania, molte persone di entrambi i sessi, rinnegando la fede cattolica, si sono abbandonate a demoni maschi e femmine, e che, a causa dei loro incantesimi, lusinghe, sortilegi, e altre pratiche abominevoli, hanno causato la rovina propria, della loro prole, degli animali, e dei prodotti della terra, così come di uomini e donne”. Recita così un passo significativo della bolla Summis desiderantes affectibus (“Desiderando con supremo ardore“), promulgata “nell’anno del Signore 1484, cinque dicembre” da papa Innocenzo VIII, con cui venne messa definitivamente al bando la stregoneria. Qui nacquero i presupposti della famigerata caccia alle streghe, che per quasi due secoli provocherà migliaia di vittime in tutta Europa. Il documento papale, in concreto, nominò due figure di inquisitori, i domenicani tedeschi Heinrich Kramer Institor e Jacob Sprenger, incaricati di perseguire con estrema durezza maghi, guaritori e streghe che “infestavano” la Germania con i loro malefici e sortilegi.

Nati 5 dicembre

Sei nato oggi? I nati il 5 dicembre possiedono un’immensa fiducia nella propria abilità di portare le cose a compimento; a volte si tratta di una sicurezza effettivamente giustificata, a volte invece no. Infatti, sebbene siano capaci di mosse brillanti e geniali, può anche succedere che falliscano in pieno per una visione del mondo troppo colorata di rosa.

1901 – Walt Disney: L’uomo che riuscì a tradurre i propri sogni su pellicola da 8 millimetri, tirando fuori tutta la poesia della settima arte.

1959 – Maurizio Crozza: L’altra faccia della società italiana, dai politici ai personaggi famosi, quella che fa sorridere con i propri tic e gaffe, portate all’esasperazione dal popolare comico televisivo.

Scomparsi oggi:

1791 – Wolfgang Amadeus Mozart: Non ci sono dubbi che sia lui il più grande compositore di tutti i tempi, anche se un certo Beethoven provò a contendergli degnamente il primato.

2013 – Nelson Mandela: Politico sudafricano, nato a Mvezo (nel Sudafrica sud-orientale) e registrato all’anagrafe come Nelson Rolihlahla Mandela.

1870 – Alexandre Dumas: Con personaggi senza tempo come D’Artagnan ed Edmond Dantès ha lasciato un’impronta marcata nella letteratura mondiale, da cui viene celebrato come “maestro del romanzo storico“.

1974 – Pietro Germi: Al di qua e al di là della cinepresa ha lasciato, dal neorealismo alla commedia, pagine memorabili nella storia del cinema italiano, meritandosi i più alti riconoscimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi 5 dicembre: Oroscopo Paolo Fox & Almanacco

TrevisoToday è in caricamento