Ats, in aumento i cittadini che decidono di avvalersi dei servizi digitali

Sono già 12 mila gli utenti che hanno scaricato sul loro telefonino l’applicazione. Questi i dati, aggiornati al primo semestre 2020, che vedono un balzo di oltre il 50% rispetto al 2019

tenti Ats sempre più digitali. I dati parlano chiaro: al primo semestre 2020 i cittadini che hanno scaricato Ats App sono già 12 mila, registrando un incremento rispetto a fine 2019 di oltre il 50 per cento. Un trend in crescita esponenziale. Nell’anno trascorso coloro che hanno deciso di avvalersi dell’applicazione sono stati 7 mila e 700, contro i 4 mila del 2018, con un balzo di oltre il 90 per cento. Ats App è il servizio attivato da Alto Trevigiano Servizi per consentire agli utenti dei 52 comuni seguiti dall’azienda di gestire a portata di palmo pratiche contrattuali, consultare le proprie bollette oppure ottenere informazioni sul consumo idrico attraverso uno strumento di monitoraggio che indica la quantità di acqua utilizzata dalla propria utenza. Attraverso l’App è possibile anche comunicare l’autolettura.

Per quanto riguarda lo Sportello online gli utenti iscritti al 30 giugno 2020 sono oltre 34 mila, con un aumento rispetto a fine 2019 del 14 per cento. A fine 2019 i cittadini erano quasi 30 mila, con un incremento del 26 per cento rispetto al 2018, quando gli iscritti erano circa 24 mila. Lo sportello online di Ats è un’area riservata del sito internet www.altotrevigianoservizi.it in cui, accedendo con username e password, è possibile richiedere un nuovo contratto, una voltura, consultare e pagare le bollette, così come richiedere un intervento tecnico, informazioni o inoltrare un reclamo. L’utilizzo della Bolletta web vede, nel primo semestre 2020, 9 mila cittadini che hanno scelto questa opzione, con un incremento del 10 per cento rispetto al 2019. Nel 2018 erano 7 mila gli utenti, 8 mila del 2019 (più 15 per cento). Il servizio Bolletta web sostituisce la spedizione cartacea della fattura con l’invio digitale, strizzando l’occhio anche alla tutela dell’ambiente.

Da segnalare anche l’attivazione da ottobre 2019 del servizio Ats Alert, attraverso il quale si può ricevere l’avviso delle interruzioni programmate o improvvise del servizio idrico nella zona di fornitura, attraverso sms, una notifica su smartphone o una mail. Dalla sua attivazione a oggi sono state inviati 190 avvisi (fra interruzioni di servizio e cali di pressione e cambio contatori), per un totale di 58 mila utenze che hanno ricevuto la comunicazione. Per ricevere gli alert è necessario aver comunicato i propri recapiti, che possono essere verificati o aggiornati nella sezione “Dati anagrafici” dello Sportello online. Infine, il dato sull’ammontare delle bollette saldate con carta di credito online: nel 2019 è stato pagato un valore complessivo di oltre 460 mila euro. Al primo semestre 2020 sono stati oltre 200 mila e 300 gli euro pagati con carta di credito.

“La digitalizzazione dei servizi è una nostra priorità – spiega l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo Florian – In particolare, in questo periodo di distanziamento sociale dovuto al Covid 19, puntare sulla digitalizzazione si è rivelata una strategia utile ed efficace. La possibilità di diminuire la necessità di accesso agli sportelli fisici rappresenta una comodità per gli utenti, ma non solo. L’attivazione dei servizi digitali consente un rapporto più diretto e immediato con loro, ad esempio quando dobbiamo dare comunicazione di eventuali interruzioni o diminuzioni dell’erogazione dell’acqua dovuta a cantieri in corso. Si tratta di un metodo semplice, veloce ed ecologico di comunicare”.

Tutte le procedure di richiesta informazioni e verifiche tecniche, la segnalazione di guasti oppure le domande di nuovo contratto o voltura sono prese in carico dal personale che si occupa delle relazioni con i clienti nei tempi previsti dalla carta del servizio. Un’e-mail di Ats dà conferma dell’avvenuto ricevimento delle richieste e dell’apertura della pratica, fornendo un numero identificativo con cui ogni cliente può tracciare e seguire l’iter della richiesta. I nuovi servizi e contenuti digitali vanno ad ampliare i tradizionali servizi offerti dai call center e dagli sportelli fisici nel territorio.

Scopri di più

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Tubazioni dell'acquedotto da sostituire, 70 giorni di lavori in via Montello

  • Giavera del Montello, lavori in corso sulla condotta idrica di via Fermi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento