rotate-mobile
Sport Valdobbiadene

Aspettando il Rally della Marca 2017: ecco le parole del trevigiano Marco Signor

Il pilota, n°1 della passata stagione, prova ad analizzare incognite e certezze di questo campionato in vista della terza gara che andrà in scena sui colli di Valdobbiadene

VALDOBBIADENE Il Campionato Italiano Wrc attende il suo campione in carica. Dopo una partenza un po' a rilento, Marco Signor sembra avere intenzione di riaprire la serie tricolore sfruttando i tornanti di casa del Rally della Marca, la prossima gara in programma dal 23 al 25 giugno proprio nella sua Valdobbiadene. Il driver veneto svela i piani del prossimo week end, dal ritorno di Bernardi al cambio di vettura.

Come si è evoluta la tua storia e la tua passione per i Rally?

“Ho iniziato a 7 anni con i kart e ho proseguito con quelle gare fino ai 17 anni. Poi ho iniziato a partecipare alla Formula Driver fin quando ho preso la patente, quindi mi sono dedicato fai Rally. Questa passione mi è stata trasmessa da mio padre che mi ha avvicinato al mondo dei motori”

 Come ti trovi con la Fiesta Wrc?

“Mi sto trovando abbastanza bene con la vettura, anche se in questa fase iniziale abbiamo patito un po' di sfortune. Già nella prima gara all'Elba ho perso una ruota senza avere responsabilità. Per ora la fortuna non è dalla mia parte”

Qual’è il punto forte di Marco Signor e cosa hai guadagnato maggiormente dal successo dello scorso anno?

“Ogni gara ha la sua storia e partecipando a molte di queste sono riuscito ad accumulare una buona esperienza complessiva. Sono riuscito a capire il ritmo da mantenere in ogni gara e come gestire anche la prova dell'equipaggio sulle diverse gare. Una qualità che riconosco di aver acquisito è la costanza. Sono maturato anche molto sotto l'aspetto della guida e delle note. Anche se alla fine la differenza riescono a farla soprattutto la vettura e la fortuna”

Storie simili, la tua e quella di Stefano Albertini. Due giovani promesse esordienti nei kart che hanno sviluppato due carriere parallele, ritrovandosi oggi da avversari nel CIWRC 2017...

“Effettivamente noi abbiamo sempre corso insieme, già dal tempo dei kart. Lui è sicuramente un pilota molto bravo, al quale dobbiamo fare riferimento dopo che ha vinto le due gare iniziali. Ma non lo temo in maniera particolare. In questo campionato ci sono anche molti altri piloti capaci, che sembrano riuscire a mantenersi su tempi simili"

Parlando del Campionato Italiano WRC, le tue presenze sono sempre state condizionate da partenze ad handicap. E' un caso?

“Partiamo dal presupposto che io non mi ritengo affatto fortunato come pilota. L'avvio dello scorso hanno ne è stata la prima dimostrazione e quest'anno si è ripetuta la partenza sfortunata. Io cerco sempre di dare il massimo, ma poi devo fare i conti anche con queste casualità”

Mancano quattro gare al termine del campionato. Dove credi di poter dare il tuo meglio?

“Sicuramente il Rally della Marca può fare la differenza a mio favore. Io giocherò in casa, la conoscenza del percorso conta molto e io non ho dubbi al riguardo, dato che conosco bene ogni prova”

Quindi sei pronto per affrontare il Rally della Marca? Gara che per altro ti ha visto tra i principali protagonisti: terzo nel 2015 e vincitore assoluto nel 2016...

“Cercherò di prendere un vantaggio sulla prova dei “Castelli” e sul “Monte Tomba”, perché sono le prove che conosco meglio. Poi io abito a pochi chilometri dai tornanti della “Castelli”, quindi la conosco perfettamente. Cambierò anche macchina. Passerò al 1600 di ultima generazione, come la vettura che abitualmente usa Giuseppe Testa. Spero quindi di riuscire ad esprimermi al meglio e di raccogliere un po' più di fortuna da subito”

Al Rally1000 Miglia ti abbiamo visto correre affiancato da Monica Cicognini. Un cambio di navigatore per una sola gara o la rivedremo al tuo fianco anche a Valdobbiadene?

“Tornerò a correre con Patrick già dal Marca. Purtroppo lui si è dovuto assentare momentaneamente per motivi di salute. Anche Monica è stata bravissima, ma Bernardi sembra aver ritrovato la forma, quindi tornerà al mio fianco da subito”

Il ricordo più bello della tua carriera finora?

“La passata stagione. Lo scorso anno è sicuramente quello che mi ha regalato maggiori soddisfazioni”

Uno sguardo al futuro...

“Il mio futuro è già il Rally della Marca. Non posso permettermi di guardare più avanti di questa gara, poiché se non riuscirò a fare bene sarà veramente difficile poter recuperare. Poi manca ancora molto alla fine del campionato, quindi non si può mai sapere cosa può accadere. Intanto cercherò di andare bene dalla prossima e poi guarderemo avanti in base ai risultati”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aspettando il Rally della Marca 2017: ecco le parole del trevigiano Marco Signor

TrevisoToday è in caricamento