Le ragazze del San Biagio di Callalta conquistano le finali nazionali di calcio a 5

Grande successo, per il secondo anno consecutivo, per le giovani trevigiane guidate dal loro professore di Scienze Motorie, Vincenzo Balzano

Grande soddisfazione per le ragazze ed i professori dell’I.C. San Biagio di Callalta che, per il secondo anno consecutivo, riesce ad accedere alle fasi Nazionali di calcio a 5 femminile. Dopo aver avuto l’accesso alla fase finale per la provincia di Treviso battendo sul campo di gioco le pari età degli altri istituti, per la problematica Covid, purtroppo, tutto è stato interrotto e non si sono disputate altre gare ufficiali. Ma la Figc ed il Miur hanno comunque pensato ad un progetto alternativo ed educativo per permettere a tutti gli Istituti di continuare il proprio percorso. Si è quindi dovuto unire ancora di più le classi e fare un lavoro all’unisono per stilare un progetto sul tifo corretto ed il rispetto degli avversari, sul fair play per dare un messaggio motivazionale e di solidarietà all’Italia che sta attraversando un periodo molto difficile.

Ed ecco che le ragazze di San Biagio, proprio come lo scorso anno in campo, hanno trovato le parole e la grinta giuste. Coordinate dal prof. Vincenzo Balzano e dal prof. Gianfranco Bortoluzzi hanno presentato un elaborato che ha convinto le commissioni portando così, per il secondo anno consecutivo, la scuola di San Biagio alla ribalta Nazionale. "Bisogna elogiare in particolare queste alunne che hanno dato vanto alla scuola di San Biagio - dichiara il prof. di Scienze Motorie Vincenzo Balzano - che, dopo aver portato alle nazionali in passato prima l’I.C. di Trevigiano con il futsal maschile e poi l’I.C. di Caerano san Marco, l’I.C. di Maserada sul Piave con quello femminile, da due anni si ripete con il proprio istituto di appartenenza. Lo scorso anno sono state ospitate anche dal Santo Padre per la benedizione sportiva a dimostrazione che, con il duro lavoro, le soddisfazioni arrivano. Quello del calcio a 5 infatti non é l’unico traguardo raggiunto nello scorso anno scolastico che, seppur interrotto a metà quadrimestre, ha portato altre soddisfazioni come le finali provinciali di pallacanestro per i ragazzi di prima media e le finali regionali della campestre per i ragazzi dell’integrato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un Istituto, quello di San Biagio, che difatti punta molto all’aspetto sportivo, che valorizza tutti i ragazzi senza escludere nessuno ed abbina il lavoro didattico al lavoro sportivo, sempre dando priorità all’inclusione ed al rispetto delle regole. In ogni caso, le ragazze del calcio a 5 femminile che continuano a sognare le Nazionali sono:
DEVA COLETTO, NAIMA JAMI, ADJARATOU SAMADOULOUGOU, KARIDJA GRAMBOUTE, LIMAJ BRIKENA, MURER LISA, KREZYU ERISA, ARTICO EMMA, CAPPELLETTO ELISA, MAZZON IRENE, BARDI MATILDA, MESTROVIC VICTORIA, MESTROVIC ANGELA, MORINA GRESA e BUZHALA LORENA.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento