Team Unieuro Trevigiani Hemus: si è conclusa una stagione 2017 tutta da incorniciare

La formazione guidata da Mirko Rossato da gennaio a ottobre ha partecipato a 59 corse in 18 nazioni diverse per un totale di ben 118 giorni di gara

TREVISO Con la Tre Valli Varesine si è chiuso il 2017 del Team Unieuro Trevigiani Hemus 1896. La formazione guidata da Mirko Rossato da gennaio a ottobre ha partecipato a 59 corse in 18 nazioni diverse per un totale di 118 giorni di gara. I giovani della formazione blu arancio hanno preso parte a 20 corse con i professionisti di categoria 1.1, 1.HC, 2.1 e a 39 tra i dilettanti, conquistando 17 vittorie firmate da 6 corridori diversi.

Il bulgaro Stanimir Cholakov ha conquistato la prima tappa e la classifica generale dell'International Tour Alexander the Great e del GP Levski Sofia, sua anche la seconda frazione e la maglia di leader del Tour de Kosovo. Il connazionale Yordan Andreev si è aggiudicato il Trofeo Kicevo e la terza tappa del Tour di Bulgaria North, Nicolas Tivani oltre a essersi laureato Campione Nazionale Argentino su strada e a cronometro ha fatto sue la seconda tappa del Tour di Bulgaria North e, di recente, ha tagliato a braccia alzate il traguardo della Ruota d'Oro. Il portoghese del primo anno Joao Almeida ha vinto la terza tappa del Tour de Mersin, la seconda frazione della Terre di Toscana e la quarta del Tour of Ukraine, Zahiri Abderrahim ha conquistato il Campionato Nazionale del Marocco su strada e il piemontese Mattia Viel si è aggiudicato la quarta tappa del Tour de Mersin in Turchia.

Oltre a questi successi la squadra trevigiana ha festeggiato 40 podi e ben 106 piazzamenti tra i primi 10 grazie a 11 atleti. Questi numeri non possono che rendere il bilancio del presidente Ettore Renato Barzi più che positivo: «A nome di tutto il direttivo dell'UC Trevigiani devo dire che la stagione appena conclusa ci lascia con il sorriso sulle labbra. Abbiamo raggiunto l'obiettivo di fare crescere un gruppo dell'età media di soli 21 anni grazie a un calendario di livello. I nostri ragazzi hanno trascorso ben 44 giorni confrontandosi con campioni già affermati nella massima categoria e hanno avuto a disposizione 74 giornate per mettersi in mostra tra gli Under 23. Ringrazio tutto lo staff della squadra che come sempre ha lavorato con impegno e professionalità. Ora ci meritiamo tutti un po' di vacanza, prima di rimboccarci le maniche in vista della prossima stagione. Come sempre, anno dopo anno, vogliamo alzare l'asticella delle ambizioni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

unnamedt-32

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento