menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arrivo a Belluno

L'arrivo a Belluno

Giro della provincia di Belluno: poker di Vendrame della Zalf-Fior

Terzo posto per Donato del Team Brilla. Simone Velasco (Zalf) invece primo degli italiani al Giro del Friuli, 5° Tecchio della Trevigiani

CASTELFRANCO VENETO La Zalf Euromobil Désirée Fior torna al successo grazie al 21enne trevigiano Andrea Vendrame che, in una giornata autunnale ha conquistato il poker stagionale al Giro della Provincia di Belluno. Gara selettiva e molto combattuta, quella che ha preso il via da Longarone (Bl) per concludersi sulla rampa in salita che conduce all'abitato di Mel (Bl) e che ha visto i colori della compagine trevigiana assoluti protagonisti in ogni tentativo di fuga.

L'ultimo a tentare l'assolo è stato Pietro Andreoletti: una volta ripreso il bergamasco, a 500 metri dalla fettuccia d'arrivo, è scattata la lunga volata del drappello comprendente i migliori di giornata regolati nettamente da Andrea Vendrame che ha preceduto il compagno di colori Nicola Bagioli. A completare la festa bianco-rosso-verde, che era iniziata con i tricolori Gianni Moscon e Gianluca Milani per la prima volta allineati al via della stessa competizione, anche il sesto posto di Pietro Andreoletti, l'ottavo di Nicola Toffali e il nono di Andrea Toniatti. "Quella di Belluno è stata una gara tosta. Il percorso inedito, il ridotto numero di partecipanti e l'incertezza del meteo hanno resto difficile il compito dei nostri ragazzi che hanno comunque controllato bene ogni fase di corsa" ha commentato il team manager Luciano Rui "Il ritorno alla vittoria di Andrea Vendrame è un segnale importante perchè conferma questo ragazzo tra i più interessanti della categoria, capace di vincere in ogni stagione". Quinto invece il padovano Riccardo Donato della Selle Italia-Cieffe-Ursus (Team Brilla): “In questo finale di stagione sto ritrovando gamba e certezze, quelle sensazioni che avevo momentaneamente smarrito”, ha dichiarato Donato - “Assieme a Leonardo (Basso), Luca (Gatto) e Nicola (Breda) abbiamo interpretato la corsa all’attacco, e alla fine siamo riusciti a cogliere un buon risultato. Ovviamente poteva andare ancora meglio, ma sono soddisfatto”. “Non è arrivata la vittoria ma non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi”, ha commentato il Direttore Sportivo Marco Gemin - “Siamo riusciti a coprire tutti i tentativi di fuga, ma purtroppo la scivolata di Breda ha lasciato la Zalf in un’evidente superiorità numerica che hanno saputo far valere nel finale. Sono contento per Riccardo, ha lavorato tanto per recuperare il tempo perduto e finalmente sta iniziando a togliersi le soddisfazioni che merita”.

Nel frattempo nel weekend si è concluso a Prato di Resia (Ud) anche il 52° Giro del Friuli Venezia Giulia che ha applaudito uno straordinario Simone Velasco; il bolognese, che compirà 20 anni il prossimo 2 dicembre, ha chiuso al quarto posto nella classifica generale, primo degli italiani, al termine di tre giorni di gara che lo hanno sempre visto protagonista e piazzato nella top ten (sesto ad Azzano Decimo al termine della prima tappa, nono a Piano d'Arta e quarto a Prato di Resia). Quinto invece Tecchio della Unieuro Wilier Trevigiani. La Zalf Euromobil Désirée Fior tornerà in gruppo martedì per il tradizionale appuntamento di Custoza (Vr) e giovedì in occasione del 17° Gp Fiera del Riso di Isola della Scala (Vr).

podio-12

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento