menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano gli appuntamenti clou del calendario “Germogli di Primavera”

Sarà la Piazza di Badoere a fare da cornice, dal 24 aprile al 6 maggio, alla Mostra dell’Asparago di Badoere IGP, manifestazione promossa dalla Pro Loco di Morgano e giunta quest’anno alla 51a edizione

MORGANO Riparte con la bella stagione la caccia al tesoro sulle tracce dell’Asparago IGP. Un itinerario fra i sapori primaverili per eccellenza che condurrà tanti appassionati negli affascinanti palcoscenici di Badoere e Cimaldolmo. Sarà infatti la Piazza di Badoere a fare da cornice, dal 24 aprile al 6 maggio, alla Mostra dell’Asparago di Badoere IGP, manifestazione promossa dalla Pro Loco di Morgano e giunta quest’anno alla 51a edizione. Appuntamento imperdibile il tradizionale taglio del nastro che si svolgerà l'1 maggio, incorniciato dalla mostra degli asparagicoltori. Lo stesso giorno seguirà poi il consueto Gran Premio di Badoere, competizione ciclistica per dilettanti Juniores che da anni accende di entusiasmo le vie della cittadina trevigiana.

Grande è l'attenzione che questa manifestazione dedica alle due ruote, motorizzate e non. Si parte forte il 25 aprile con la 9a Mostra con scambio di moto e bici d'epoca in piazza Indipendenza a cura della Pro Loco con il Team RS. Lo stesso giorno avranno inizio anche le iscrizioni per un Moto giro con motociclette moderne e vintage in collaborazione con il Moto Club Spinea. Per rimanere in tema, per tre giorni – 25, 29 aprile e 1 maggio – i partecipanti potranno fare un ulteriore tuffo nel passato grazie alla Mostra “Le bici appartenute alla storia” mentre, esclusivamente per l'1 maggio, è in programma la sfilata culturale “Trattori d'Epoca”, un modo semplice e interessante per vivere da vicino l'agricoltura di una volta.

I più sportivi e amanti del verde potranno invece partecipare alla 26a Pedalata ecologica “Drio el Sil”, il cui ricavato verrà devoluto all'ADVAR – Casa dei Gelsi di Treviso, per tenersi in forma all'aria aperta facendo anche del bene. Oltre ai consueti mercatini e stand gastronomici con degustazioni, spazio anche alla musica con l'orchestra “Alice e i Diapason”, fissata per la sera del 25 aprile, e al fashion grazie alla Serata della moda in programma il 27 aprile a cura dei negozi “Armadio in giardino” e “Armadio Nascosto”.

A divertire il pubblico con una sana dose di espressioni dialettali ci penseranno invece l'influencer “il Canal” e il celebre gruppo musicale dei “Rumatera”, ospiti rispettivamente la sera di sabato 28 aprile e di venerdì 4 maggio. Prosegue anche quest'anno l'iniziativa “A tavola con l'Asparago di Badoere IGP” con alcuni ristoranti e osterie delle province di Treviso, Venezia e Padova che fino all'11 maggio accompagneranno la mostra con serate di degustazione a tema. Una mostra che negli anni è cresciuta esponenzialmente fino a diventare un volano sociale e culturale per quest’area della provincia trevigiana dove scorrono Sile, Dese e Zero, i fiumi di risorgiva che regalano acque pure e terreni fertili.

Ma i momenti per celebrare gli asparagi non finiscono qui: dal 26 aprile fino al 6 maggio sarà la volta della 43a Festa dell'Asparago Bianco di Cimadolmo IGP, l'importante manifestazione trevigiana che da anni rilancia l'immagine dell'asparago bianco a livello regionale e nazionale. Degustazioni a base di asparagi accompagnati da deliziosi vini locali e birre artigianali sono il piatto forte di una manifestazione che ogni serata verrà accompagnata da intrattenimento musicale di vario genere. Anche quest'anno sarà presente un concorso con decine di asparagicoltori che si contenderanno il titolo di miglior produttore di asparagi della zona. Parallelamente alla manifestazione, “Bianco Fresco Dolce Asparago” coinvolgerà 30 ristoranti della provincia nella presentazione di serate in cui gli asparagi saranno i protagonisti del menù fino al 28 maggio con assaggi da abbinare agli ottimi vini prodotti nei dintorni. A conclusione della festa, il 6 maggio l'evento “Natura e cultura storica a Cimadolmo” farà vivere ai partecipanti un viaggio a ritroso nel tempo nella terra di questo pregiato ortaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Lite furibonda, cosparge di benzina il collega e gli dà fuoco

  • Attualità

    Ulss 2, il direttore Francesco Benazzi: «La sanità trevigiana è donna»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento