menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto, un momento dell'ultima trasferta francese con le scuole bredesi

Nella foto, un momento dell'ultima trasferta francese con le scuole bredesi

Breda di Piave festeggia vent'anni di gemellaggio con Labarthe Sur Léze

Da giovedì 11 a sabato 14 ottobre a Breda di Piave si terranno le celebrazioni per il ventesimo anniversario di gemellaggio tra i due comuni. In programma molti eventi ufficiali

A distanza di vent'anni esatti dalla firma dell’atto ufficiale di gemellaggio, avvenuto nell’ottobre 1998 per mano degli allora sindaci Alfonso Beninatto e Bérnard Bérail, i comuni di Breda di Piave e Labarthe-sur-Lèze (rappresentati oggi da Moreno Rossetto e Yves Cadas) hanno confermato nelle scorse ore il patto di unione tra le due città.

Quattro le giornate con varie attività in programma che andranno a coinvolgere tutta la cittadinanza nei prossimi giorni: dal mondo associativo alla scuola ma soprattutto la rete di famiglie ospitanti che in questi vent’anni si è andata formando. Tra le tante iniziative in programma per queste intense giornate, due gli appuntamenti a cui la cittadinanza è invitata: venerdì 12 alle 8.30 nella sede municipale la presentazione, da parte degli alunni della scuola secondaria di primo grado Galileo Galilei, della mostra “Da strumenti di guerra a immagini di pace” con le opere di Costante Ruzzini oltre alla sezione ragazzi con gli elaborati della scuola secondaria e domenica 14 alle 10.30 la cerimonia ufficiale del rinnovo delle promesse di legame tra le due municipalità alla polisportiva di San Bartolomeo.

Il comitato per i gemellaggi di Breda di Piave ha messo a punto, inoltre, un programma di accoglienza della delegazione francese che prevede non solo la scoperta del territorio comunale e provinciale, con visite ai monumenti e alle opere architettoniche di Andrea Palladio, Antonio Canova e ai luoghi della Grande Guerra, ma anche momenti di riflessione sull’importanza di valori come la pace, la tolleranza, la diversità, la solidarietà, il rispetto per la vita e per la libertà. Alle celebrazioni prenderanno parte anche rappresentanze delle altre comunità gemellate con Breda di Piave: Breda di Catalunya e Sant’Andrea Apostolo dello Jonio. «La nostra comunità in questi anni ha vissuto un proficuo rapporto di amicizia e collaborazione con la comunità di Labarth sur Lèze – racconta il sindaco di Breda di Piave, Moreno Rossetto – con la quale ha condiviso uno stretto rapporto di conoscenza reciproca attraverso incontri e scambi di visite che hanno portato alla costruzione di una preziosa rete tra le famiglie, le associazioni, il mondo della scuola. Il rinnovo delle promesse di legame tra le nostre due municipalità va a consolidare il sentimento di fraternità europea e sviluppare la consapevolezza di far parte di una cittadinanza che supera i limiti di uno spazio geografico comunale o nazionale e costituisce la base essenziale ai valori di tolleranza e pace».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento