Coronavirus, a Miane è gara di solidarietà tra aziende e cittadini

Spiegano il sindaco Denny Buso e gli assessori Angela Colmellere e Luigi Rizzi: «Una comunità è tale se in un momento difficile sa dimostrarsi coesa, capace di fare sacrifici e di mettersi a disposizione»

Il cartello d'ingresso del Comune

Anche e soprattutto in tempo di emergenza coronavirus, i volontari si sono dati da fare a sostegno dei cittadini, ricambiati da loro con identica riconoscenza. In questi giorni sino state diverse le testimonianze di vicinanza a chi sta lavorando nell’emergenza. L’azienda “D.M. autoriparazioni” di Mirko De Osti ha provveduto in forma gratuita all'igienizzazione e sanificazione dei mezzi comunali, permettendo il loro utilizzo in maniera più sicura.

E oggi, domenica, l’osteria Al Poeta Contadin di Combai, sebbene chiusa dal decreto del Governo ed operante solo per asporto, ha allestito uno spiedo distribuendolo a tutta la squadra della Protezione Civile impegnata sul territorio per la distribuzione delle mascherine e per gli interventi di tutela della popolazione, nonché ad alcuni cittadini utenti dei servizi sociali. Un’altra decina di cittadini si sono messi a disposizione per servizi di volontariato sociale (spesa e farmaci a domicilio per chi non può muoversi) e l’imprenditore Massimo Vian ha donato alla PC mascherine ffp2, gel sanificante x mani e uno scatolone di guanti monouso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Una comunità è tale se in un momento difficile sa dimostrarsi coesa, capace di fare sacrifici e di mettersi a disposizione -dichiarano il sindaco Denny Buso e gli assessori Angela Colmellere e Luigi Rizzi- Ringraziamo di cuore queste imprese che pur nell’emergenza hanno pensato al bene di chi sta in prima linea come la Protezione civile e il personale comunale, oltre a chi è più fragile. Quando (e speriamo presto) usciremo da questa contingenza, ci rimarrà il sentirci uniti di fronte alla difficoltà, e questo è il modo migliore per dare il via alla ripresa che ci aspetta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento