Coronavirus, a Montebelluna tutto pronto per la riapertura dei cimiteri

Nel frattempo è stato anche riaperto il Card, ma l'invito del Comune è quello di evitare la concentrazione in questi primi giorni di rodaggio

Lunedì mattina prossimo il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, intende rivedere l’ordinanza sulla chiusura dei cimiteri. A fronte della circolare del Ministero della Salute che ne chiedeva la chiusura, il Comune, che pure aveva continuato a tenere aperti i cimiteri cittadini, ha infatti ritenuto opportuna una chiusura per il periodo pasquale, a fronte della preoccupazione che vi potessero esservi degli assembramenti, sia pure momentanei. Adesso, superate le festività, il Comune ritiene invece corretto, ed opportuno a partire da martedì prossimo, riaprire i cimiteri alla visita per quelle persone che avvertono il profondo bisogno di far visita ai loro cari.

Spiega il sindaco Marzio Favero: “In questo periodo si è discusso molto sul concetto degli spostamenti che devono essere limitati o al lavoro o alle emergenze o alla necessità. Ma il tutto è stato declinato solo in termini di necessità materiali. Esistono anche necessità di altro tipo che appartengono alla dimensione dello spirito e anche queste hanno bisogno di trovare una risposta. E’ il caso di chi avverte l’esigenza di far visita ai propri defunti e, poiché i dati ci confermano che in questo mese e mezzo non vi sono stati assembranti nei camposanti, credo sia opportuno e giusto riaprirne le porte”.

Nel frattempo, sabato mattina si sono verificati affollamenti al lato della riapertura dei Card di San Gaetano e dei Pilastroni e quindi, per regolamentarne l’accesso, sono dovute intervenute sia la Polizia locale che la Protezione civile. Spiega il vicesindaco, Elzo Severin: “Ancorché sia comprensibile che dopo un mese di chiusura vi sia l’esigenza da parte di tutti di poter conferire tanto le ramaglie versi, quanto altre tipologie di rifiuti accumulatesi nel frattempo, si raccomanda a tutti di evitare la concentrazione nei primi giorni sia per rispettare le misure di sicurezza, sia per evitare inutili accodamenti”.

Il Comune di Montebelluna, infine, entra anche su WhatsApp. Oltre al canale di comunicazione e informazione istituzionale rappresentato dal sito comunale, il Comune di Montebelluna potrà ora contare anche sull'applicazione oggi tra le più diffuse per mettersi in contatto diretto con i cittadini. “Whatsapp Comune Montebelluna” – questo il nome scelto dall’amministrazione – è un servizio gratuito introdotto con lo scopo di trasmettere via smartphone informazioni di pubblica utilità o d’emergenza, sfruttando la velocità e capillarità della App. Al numero 320/4337232 è attivata la chat che permette l’esclusiva ricezione di messaggi contenenti anche immagini e piccole clip video. La comunicazione è unidirezionale dal Comune al cittadino. Il servizio ha lo scopo di informare i cittadini sui seguenti contenuti: informazioni sui servizi comunali, eventi, scadenze, viabilità e tutte le questioni di pubblico interesse. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e le informazioni saranno erogate preferibilmente in orari diurni, compatibilmente con eventuali comunicazioni di allerta o emergenza. Dunque il numero WhatsApp non può essere utilizzato per chiamate, messaggi o segnalazioni, a cui questo servizio non risponde.  Saranno accettati soltanto i messaggi WhatsApp di iscrizione e cancellazione. L’iscrizione da parte dei cittadini interessati può avvenire già a partire da sabato mentre l’invio delle comunicazioni da parte del Comune tramite il servizio inizierà a partire dalla prossima settimana.

Spiega il sindaco, Marzio Favero: “Come è noto ho sempre provato una diffidenza nei confronti dei social, Facebook in particolare, per le ragioni che sono apparse ancora più evidenti questa settimana quando si è verificato un caso increscioso e vergognoso di divulgazione d'immagini e filmati che non avrebbero mai dovuto essere messi in circolazione. E’ la questione denunciata alcuni anni fa da Umberto Eco, di canali di comunicazione ove le informazioni circolano senza essere sottoposte al filtro di una valutazione ponderata sulla veridicità e sull’opportunità. Mi sono confrontato su questo tema con i capigruppo sia di maggioranza, sia di minoranza, che ringrazio per la sensibilità nel confronto che abbiamo sviluppato. Siamo arrivati a due conclusioni condivise. La prima è che l’informazione ufficiale debba passare per il sito Internet del Comune che viene gestito con responsabilità ed attendibilità nelle informazioni".

"Abbiamo accolto i suggerimenti, tra gli altri del consigliere Francesco Bortignon, di renderlo più amicale per la comunicazione e devo dire che sono arrivati diversi apprezzamenti per la reimpaginazione del sito comunale - continua Favero - La seconda consegue alla proposta avanzata dai miei capigruppo di maggioranza, Adalberto Bordin, della lista Lega Nord-Liga Veneta-Salvini, Lucrezia Favaro per Fratelli d’Italia e Sara Renosto per Montebelluna Futura che mi hanno invitato ad attivare il servizio whatsapp per avere una comunicazione più immediata per i cittadini che ne abbiano desiderio".

"Ci siamo confrontati con i capigruppo di minoranza, Davide Quaggiotto del PD-Partito Democratico, Sabrina Favaro di Favaro Sindaco Indipendenza, Francesco Bortignon de L’Alternativa Giusta, Carmine Bianco del Movimento Cinque Stelle ed il consigliere autonomo Norma Marcuzzo ed abbiamo condiviso l’idea che sia opportuno non avere un gruppo WhatsApp che consente a chicchessia di postare contenuti che potrebbero essere anche non accettabili e di puntare, piuttosto, ad un servizio broadcasting nel quale il Comune unidirezionalmente possa trasmettere informazioni e di servizio ai cittadini in ordine all’emergenza Covid-19 o altri informazioni utili per la cittadinanza, ad esempio la comunicazione sulle asfaltature in corso che comportano deviazioni del traffico o in ordine alle opportunità di accedere ad alcuni servizi garantiti dagli uffici comunali" dichiara il sindaco.

E ancora: "E’ un taglio comunicativo all’insegna dell’understatement che ha come solo obiettivo quello di consentire a chi ne ha il piacere di avere informazioni utili in modo tempestivo. E’ la soluzione adottata anche dall’amico sindaco di Volpago del Montello. Il servizio whatsapp, in broadcasting, sarà correlato alle informazioni pubblicate sul sito. Ho il dovere di sottolineare lo spirito di collaborazione e di lealtà che è maturato tra i diversi gruppi consigliari per affrontare assieme un’emergenza che ha messo alla prova l’istituzione, le categorie economiche e l’intera cittadinanza. Siamo stati tutti chiamati a sostenere sacrifici che però hanno dato i loro risultati come dimostra il calo drastico registrato nel numero dei contagi. In questo momento presso l’ospedale di Montebelluna abbiamo 11 pazienti in area non critica, 2 in terapia intensiva".

"Un grazie particolare mi sia consentito di esprimere ai medici di base, che sono stati in prima linea, ai medici e agli infermieri dell’ospedale di Montebelluna, alla nostra impagabile Protezione civile che gestisce il pre-triage in ospedale, ha distribuito oltre 35mila mascherine e sta continuando a presidiare il territorio, ai nostri Servizi sociali che in questo frangente hanno continuato a garantire l’assistenza alle persone in difficoltà - il servizio domiciliare, i pasti alle persone bisognose, nonché a distribuire i buoni per le famiglie in difficoltà - ed infine alla Polizia locale che ha sorvegliato l’ottemperanza alle norme da parte degli esercizi commerciali aperti. Si è trattato di un lavoro corale, condotto lontano dai riflettori, ma che ha consentito di affrontare un frangente inedito" chiosa il primo cittadino.

"Un grazie anche ai dipendenti comunali che attraverso il telelavoro stanno permettendo all’azienda Comune di continuare a garantire i servizi essenziali alla città. Adesso dovremo tutti assieme affrontare la sfida di un ritorno graduale ad una “normalità” che non sarà quella a cui eravamo abituati perché, finché non sarà disponibile il vaccino, dovremo convivere col virus accettando il rispetto di regole come la distanza dropout e l’uso di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale. L’ultimo ringraziamento va proprio ai cittadini che nell’insieme hanno dimostrato un grande senso di responsabilità” conclude Favero.

ISCRIZIONE

Per iscriversi al servizio è sufficiente scaricare l’applicazione di WhatsApp, cliccare sul link e inviare il messaggio di iscrizione proposto, attendere il messaggio di conferma di iscrizione, inserire tra i propri contatti (rubrica) il numero 320 433 7232 (si consiglia di memorizzare in rubrica e di registrare il numero sotto la voce “Whatsapp Comune Montebelluna”). In alternativa è possibile iscriversi inviando un messaggio whatsapp con scritto “Iscrivimi” al numero 320/4337232.

CANCELLAZIONE

Per rimuovere la propria iscrizione al servizio basterà inviare allo stesso numero 320 433 7232 un messaggio con scritto “Cancellami”. La disattivazione del servizio sarà confermata dal messaggio di avvenuta cancellazione.

POLICY

Con l’invio del messaggio di iscrizione, il titolare dell’utenza telefonica accetta le condizioni di utilizzo di Whatspp e autorizza il Comune di Montebelluna a trasmettere informazioni tramite questo canale.  Inoltre accetta di non poter né chiamare, né inviare messaggi attraverso il medesimo canale. L’iscrizione verrà accolta con un messaggio di benvenuto e con l’invito a leggere la policy che si intenderà così accettata. Per quanto non previsto dal Documento sulle Condizioni d’uso del servizio si rinvia alle norme e regolamenti vigenti in materia.

CONTATTI

Per ulteriori informazioni o problemi tecnici relativi all’iscrizione o all’uso del servizio è possibile scrivere all’indirizzo scrivi a whatsapp@comune.montebelluna.tv.it

COMUNICAZIONI DAL CITTADINO AL COMUNE

Il servizio non prevede:

• il supporto tecnico da parte del personale;

• il servizio di segnalazione guasti;

• possibilità di chiedere messaggi personalizzati alla popolazione;

• l'utilizzo di tale utenza telefonica per comunicare informazioni al comune;

Per le sopra indicate e per qualsiasi comunicazione del cittadino verso il Comune restano pertanto confermati i canali tradizionali: telefono 0423/617255 (INCONTRAComune); email info@comune.montebelluna.tv.it e servizio di segnalazioni Guasti online. L’iscrizione al servizio WhatsApp del Comune di Montebelluna da parte dell’utente rappresenta di per sé la presa visione della Informativa sul trattamento dei dati personali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento