menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Prefettura di Treviso

La Prefettura di Treviso

Coronavirus, la Prefettura: «Decreto rispettato dalla cittadinanza»

Il punto della situazione in una riunione che si è svolta con i vertici delle forze dell'ordine: i controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni

Il punto della situazione sull'andamento dei controlli svolti dalle forze dell'ordine dall'entrata in vigore del decreto del governo per contenere l'epidemia di Coronavirus, si è svolto presso la Prefettura di Treviso nel pomeriggio di oggi, 11 marzo. A convocare la riunione il Prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà. Dalle attività di controllo e monitoraggio compiute nei comuni con maggiore densità di popolazione, sulle più importanti arterie stradali, nelle maggiori stazioni ferroviarie e presso lo scalo aeroportuale “Canova” di Treviso, è emerso il sostanziale e diffuso rispetto delle misure introdotte dai citati Decreti e la disponibilità della cittadinanza a conformarsi alle prescrizioni imposte.

«A questo proposito, i vertici delle Forze di Polizia hanno assicurato che, al fine di fornire al pubblico un'informazione non solo corretta ma quanto più esaustiva possibile, il personale operante ha già provveduto -si legge in un comunicato emesso dalla Prefettura- e provvederà anche nei prossimi giorni, nel corso delle attività di controllo, ad informare la cittadinanza sulle più gravi conseguenze sul piano penale di un comportamento, anche solo colposo, non conforme alle previsioni del DPCM. Inoltre, sono state concordate ulteriori linee operative per l’attuazione coordinata dei servizi di controllo che proseguiranno, anche nei prossimi giorni, su tutto il territorio provinciale. Inoltre, ai sindaci della provincia è stata diramata apposita circolare contenente alcuni chiarimenti circa la corretta applicazione delle misure di contenimento contemplate nei predetti DPCM nonché di sensibilizzazione affinché sia fornita ai cittadini una corretta informazione sulla necessità del rigoroso rispetto delle prescrizioni previste e dell’adozione di comportamenti responsabili al fine del più rapido superamento dell’emergenza sanitaria in atto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento