menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castelfranco festeggia l'8 Marzo con un giorno di ritardo

Presentato dall'amministrazione cittadina lo spettacolo teatrale “Contro la corrente”, un omaggio a quelle donne che hanno fatto la storia del femminismo e della società moderna

L’assessorato alle Pari Opportunità di Castelfranco Veneto ha organizzato per sabato 9 marzo, alle ore 20.30 al teatro Accademico, lo spettacolo dal titolo “Contro la Corrente”, canzoni e storie sulla caparbietà di tredici donne straordinarie che hanno percorso i tempi. 

Martedì mattina, 26 febbraio, la presentazione dell’evento alla presenza dell’assessore alle Pari Opportunità, Sandra Piva, dei colleghi Giovine e Pivotti, della consigliere Mary Pavin e dei due Autori dello spettacolo. Lo spettacolo musico-teatrale, vuole essere l’omaggio dell’Amministrazione comunale alla Festa della Donna e verrà messo in scena dalla Compagnia Almavoz composta dagli autori della stessa rappresentazione, Mario Bonato ed Alessandro Russo e vedrà impegnati cinque voci interpreti delle canzoni (Nicolatta Amati, Lino Crespan, Elena Murarotto, Renzo Stocco e Daniela Villardi) e le ballerine Lisa Murarotto e Piera Cazziola. “Contro la corrente” è un omaggio a quelle donne che, per prime, hanno dovuto combattere per affermare un’idea, intraprendere un lavoro, una professione o per sostenere un diritto negato. Donne che con caparbietà e coraggio, andando “Contro la corrente” hanno voluto farsi apprezzare non per la bellezza fisica ma per la bellezza del “libero pensiero”, la bellezza della scienza, la bellezza di una professione o di un’arte. Donne che, in un preciso momento e contesto storico, hanno intrapreso mestieri o ruoli fino ad allora considerati prerogativa del mondo maschile, prendendo grandi decisioni e pagando anche a caro prezzo queste loro scelte di vita.  Donne che, con le loro scelte, andando "Contro la corrente", hanno deciso di avere un’identità, di manifestare il loro pensiero, di essere libere. Libere di scegliere, di pensare. Donne che, con queste loro scelte, hanno aperto la strada a tante altre donne.

I personaggi femminili raccontati in parole e musica nello spettacolo "Contro la corrente" sono: Ipazia, Artemisia Gentileschi, Eleonora De Moura, Elena Piscopia Cornaro, George Sand, Camille Claudel, Luisa Spagnoli, Hedy Lamarr, Amelia Earhart, Coco Chanel, Angela e Luciana Giussani e Maria Teresa de Filippis. L’amministrazione comunale ringrazia il Bar Giorgione (presente con il titolare Fabio Bortolotto), sponsor principale che ha colto la proposta quale segno tangibile di contributo alla Città e alle sue Clienti ed il supporto, a diverso titolo, di ISISS Domenico Sartor, Foscarinimoda e 22 Produzioni. L’ingresso al Teatro è gratuito salvo assegnazione dei posti direttamente sabato 9 marzo dalle ore 16 (con prenotazione al numero 0423735600). Al termine della serata, alle donne presenti in sala, verrà consegnato un omaggio floreale. Il vicesindaco, Gianfranco Giovine, ha commentato l'iniziativa con queste parole: «L'8 marzo non deve essere l’unico giorno dell’anno dedicato alla donna ma dovremmo sempre dare tutto l’anno la giusta importanza alla donna ed a tutto quello che fa, nei più svariati ambiti. C’è ancora tanto da fare per dare quel rispetto che purtroppo in molti casi manca ancora». L'assessore Sandra Piva conclude invece con queste dichiarazioni: «La rappresentazione che vogliamo proporre si basa sulla storia di 13 donne che hanno lottato per conquistare uno spazio che poi è proseguito nel corso dei secoli. Più donne hanno marcato l’evoluzione della donna di oggi. Una rappresentazione piacevole per un momento significativo occasione per soffermarsi a quanta lotta si è dovuto fare per arrivare alla condizione della donna di oggi, per libertà, emancipazione e rispetto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento