rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Attualità Vittorio Veneto

Fiume Meschio: iniziati i lavori di messa in sicurezza

I lavori, iniziati nei giorni scorsi, interesseranno ben tre comuni della provincia di Treviso attraversati dal corso d'acqua. Cinquecentomila euro il costo totale dell'opera

VITTORIO VENETO Al via i lavori di ricalibratura dell’alveo e difesa spondale del fiume Meschio, che interesseranno i comuni di Vittorio Veneto, Cordignano e Colle Umberto in provincia di Treviso.

Si tratta di una serie di interventi, del valore complessivo di 500.000 euro – spiega l’assessore regionale alla difesa del suolo Gianpaolo Bottacin - che hanno come scopo principale il rafforzamento della difesa idraulica del territorio”. “Gli interventi – dettaglia l’assessore - consistono principalmente nel ripristino delle sezioni di deflusso dei corsi d’acqua, anche attraverso lo scavo e la rimozione dei depositi in alveo, per evitare esondazioni, e nella sistemazione delle difese arginali e dei muri di contenimento esistenti per evitare rotte arginali, oltre che nella realizzazione di nuove difese spondali in roccia. Dal punto delle tempistiche i lavori, avviati in questi giorni, saranno completati entro il mese di novembre”. Nel comune di Vittorio Veneto la prima area di intervento è ubicata a monte di Serravalle sul torrente Savassa dove un tratto di sponda della lunghezza complessiva di 25 metri, eseguito con muratura in pietra, è crollato in alveo. I lavori prevedono, oltre al ripristino della muratura, anche la realizzazione di un’ulteriore muratura in pietra in continuità per una lunghezza totale di 50 metri. Sono inoltre previsti interventi di ricalibratura del fondo alveo e pulizia dalle piante infestanti con il disboscamento e decespugliamento delle sponde. Sempre a Vittorio Veneto sono previsti anche interventi a monte del centro storico di Serravalle in prossimità dell’albergo Calvi, per garantire la sicurezza idraulica lungo un tratto del fiume attualmente in fase di erosione, le cui sponde sono interessate da fenomeni di crollo anche a causa della presenza di alberature fortemente inclinate verso il corso d’acqua. L’intervento di sistemazione prevede anche la realizzazione di nuove difese in roccia. Si provvederà inoltre, nella parte alta del torrente Rindola, a un intervento di pulizia e ricalibratura del fondo alveo oggi interessata da depositi di materiale alluvionale e dalla presenza di elevata vegetazione.

A Cordignano invece la prima area di intervento è ubicata a monte del centro del paese dove il fiume Meschio ha elevati argini e consistenti aree di golena. L’intervento è relativo principalmente ai ripristini di difese spondali, in cui, a causa dell’erosione del fondo del corso d’acqua sono presenti delle frane che interessano le scarpate delle golene. Un secondo intervento prevede invece la pulizia in alveo alla confluenza del torrente Friga-Carron e il rio limitrofo, oltre alla realizzazione di nuove difese in roccia. Nel comune di Colle Umberto è poi prevista la sistemazione di un manufatto idraulico dove c’era una derivazione d’acqua a scopo idroelettrico ora dismessa. Il sito è infatti interessato, in condizioni di piena, da fenomeni esondativi a causa della mancanza di un tratto di corpo arginale.“Continua, passo dopo passo, la nostra politica per la mitigazione del rischio idraulico – conclude Bottacin - con centinaia di cantieri aperti e svariati milioni di investimenti su tutti i corsi d’acqua che necessitino di manutenzione. Il lavoro è moltissimo, ma abbiamo l’ambizione di aver dato il via a un percorso virtuoso che potrà essere completato nel medio periodo e avere lunga durata”.

meschio Vittorio_Savassa 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiume Meschio: iniziati i lavori di messa in sicurezza

TrevisoToday è in caricamento