rotate-mobile
Attualità Quinto di Treviso / Via Fratelli Bandiera, 3

Venduta la Golfetto Sangati, Fiom Cgil: «Si apre fase di rilancio»

La procedura di acquisizione condotta da Mill Service ha mantenuto di tutti i 36 posti di lavoro dello stabilimento di Quinto di Treviso

«Non solo un'operazione che ha visto conservati tutti i 36 posti di lavoro e condotta all’insegna della continuità produttiva ma un’occasione di rilancio nell’ottica di sviluppare know how e nuove professionalità». Manuel Moretto (Fiom Cgil Treviso) la procedura di vendita della Golfetto Sangati, storica azienda del territorio specializzata in macchinari per la lavorazione del grano con sede a Quinto di Treviso, prima del Gruppo Pavan (della multinazionale tedesca GEA) e oggi acquisita dalla padovana Mill Service Spa, leader nella progettazione, assistenza post-vendita e commercializzazione di macchine e impianti molitori.

Manuel Moretto_FIOM

«La Golfetto Sangati ha vissuti anni di crisi, già tra il 2007 e il 2010 e poi subito dopo il 2020 con la conseguente apertura della cassa integrazione ordinaria - spiega Manuel Moretto della Fiom Cgil trevigiana - a garanzia di salari e posti di lavoro. La flessione produttiva causata dalla riduzione degli ordini e la bassa redditività aziendale, congiuntamente al trasferimento di parte dell’attività, hanno portato lo scorso anno la multinazionale Gea a guardare ad altre aree di business mettendo a repentaglio le sorti stesse dell’azienda, con la conseguente protesta di marzo 2022 nata dalla preoccupazione per le 52 famiglie dei lavoratori. La situazione oggi è mutata - riporta il sindacalista del metalmeccanici della Cgil -, attraverso l’acquisizione dell’attività da Mill Service, che ha conservato tutti i 36 attuali dipendenti, si potrebbe aprire una fase di rilancio dell’attività e del marchio Golfetto Sangati e, anche con l’ottenimento di nuove commesse, sviluppare know how e nuove professionalità. Se l’aver conservato l’attività sul territorio e il mantenimento dei posti di lavoro ci fa ben sperare - chiosa Moretto -, le relazioni industriali che tracceremo con la nuova proprietà saranno da subito improntate a tenere insieme l’interesse collettivo dei lavoratori allo sviluppo dell’attività».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venduta la Golfetto Sangati, Fiom Cgil: «Si apre fase di rilancio»

TrevisoToday è in caricamento