menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mogliano: nuova vita per gli impianti sportivi, li gestirà un'associazione temporanea

Siglata nelle scorse ore l'intesa tra il Comune trevigiano e la nuova associazione sportiva composta da Atletica Mogliano e Union Pro. Accordo valido per i prossimi dieci anni

Una svolta storica per lo sport a Mogliano: per i prossimi dieci anni gli impianti di via Ferretto, lo stadio comunale Arles Parisi  con pista di atletica e campi da calcio di via Marchesi, saranno gestiti da una nuova Associazione creata allo scopo da Atletica Mogliano, affiliata alla Polisportiva, e Union Pro Mogliano.

«Grazie a questo nuovo accordo diamo avvio, finalmente, ad un coordinamento strutturato per la gestione dello stadio e la zona circostante in area Marchesi, per ciò che concerne gli spazi già concessi a Union Pro e Atletica Mogliano. Parte, inoltre, anche una nuova programmazione, coordinata e condivisa, degli interventi da effettuare negli impianti. Dopo l’inteso lavoro di questi anni con le associazioni sportive moglianesi, si entra nel vivo di una importante e duratura collaborazione. Questa firma rappresenta il principale tassello di un progetto più ampio che porterà, passo passo, alla creazione della Cittadella dello Sport che dagli impianti di via Colelli arriverà fino a quelli di via Ferretto. Questo è il primo caso di collaborazione tra due diverse realtà associative dello sport nel nostro territorio, finalizzata alla gestione di impianti sportivi fondamentali per la nostra Città come quelli di via Ferretto. Siamo molto soddisfatti del risultato e della convenzione stipulata: perciò ringrazio i presidenti Girardi (Atletica Mogliano) e Lorenzon (Union Pro) per la disponibilità e l’impegno dimostrati. Siamo sicuri sarà una collaborazione proficua. Questo accordo è, per noi, un modello positivo da replicare anche con altre associazioni sportive locali per la gestione, efficace ed efficiente, di altri impianti del territorio. Abbiamo tracciato, concretamente, una nuova strada da percorrere insieme per la valorizzazione dello sport» hanno dichiarato il sindaco Carola Arena e l’assessore allo sport Oscar Mancini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento