menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei nonni

Uno dei nonni

Le letterine dei nonni in casa di riposo a Babbo Natale

Il progetto “I Nipoti di Babbo Natale” dedicato agli ospiti di villa "Tomasi"a Spresiano. Già esauditi 54 desideri a distanza. Piccoli e grandi pacchi partiti dalle case dei donatori

Nipoti di Babbo Natale… a distanza. Anche quest’anno gli ospiti di Villa Tomasi di Spresiano potranno vivere la magia del Natale, grazie al progetto “I Nipoti di Babbo Natale” che permette alle Rsa di segnalare i desideri degli anziani, pubblicati online, i quali possono poi essere esauditi da tanti “nipoti virtuali”. Quest’anno infatti, a causa delle limitazioni per il contenimento del Covid-19, la magia arriverà da lontano e tanti piccoli e grandi pacchetti stanno partendo dalle case dei vari donatori. Ricevere i doni sarà sicuramente una grande gioia per gli ospiti di Villa Tomasi, struttura attualmente covid-free, un’iniziativa che permetterà di “salvare il Natale”.

In quest'anno così particolare, Villa Tomasi non si è posta limiti e ha deciso di coinvolgere tutti gli ospiti per un totale di 71 regali desiderati. I primi 20 desideri sono stati pubblicati e prenotati nel giro di un paio d'ore, altri 34 sono stati pubblicati e “andati bruciati” durante il weekend, ne rimangono dunque ancora 17 che verranno pubblicati questa settimana. Tutti e 71 gli ospiti si illumineranno in un sorriso il giorno in cui, superata la “quarantena” dei pacchi che arrivano dall'esterno, avverrà la consegna dei regali resa possibile da 71 generosi Nipoti di Babbo Natale che hanno saputo dare un senso concreto alla magia del Natale. Ogni pacchetto proveniente da fuori struttura, infatti, viene posto in attesa e igienizzato, per garantire la massima sicurezza, come vogliono le normative anti-coronavirus.

«Quando siamo stati contattati, per il secondo anno consecutivo, dall'organizzazione di Nipoti di Babbo Natale per partecipare a questo progetto, che nel 2019 ha portato tanta felicità ai nostri ospiti, non ci abbiamo pensato due volte e abbiamo accettato di buon grado -l’Amministratore Delegato del Gruppo Prealpina che gestisce Villa “Tomasi”, Giuseppe Franceschetto- L'isolamento a cui sono costretti i nostri ospiti ormai da tanti mesi fa sentire le sue conseguenze, e il pensiero che anche il Natale debba trascorrere lontano dai propri cari diventa  quasi insopportabile. Però, ci ricordiamo bene lo stupore e la gratitudine con cui lo scorso anno i nostri nonni hanno accolto doni e biglietti di auguri da parte di persone conosciute ma anche di perfetti sconosciuti, qualcuno venuto di persona a consegnare il suo regalo, qualcun altro che ha spedito un pacco da lontanissimo grazie al miracolo della tecnologia che ci ha fatti conoscere su un sito. Gli ospiti non sapevano spiegarsi una gentilezza così grande da parte di persone che non avevano mai visto, e noi stessi siamo rimasti a bocca aperta quando i desideri sono stati tutti esauditi nel giro di poche ore. Villa Tomasi è attualmente covid-free e stiamo lavorando per poter riaprire le visite in piena sicurezza nel minor tempo possibile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento