Inaugurato a Ponte di Piave il museo “Ponte” durante le celebrazioni del 4 novembre

Toccante cerimonia di consegna da parte dell’amministrazione di alcune medaglie ai parenti dei nostri Caduti attribuite dal Ministero della Difesa, a testimonianza del sacrificio lungo le sponde del Fiume Piave, Sacro alla Patria

L'inaugurazione

«Il Museo Ponte -ha dichiarato il sindaco, Paola Roma- trova spazio presso l'Istituto Comprensivo per ricordare gli avvenimenti bellici che hanno caratterizzato il nostro territorio. La scelta dello spazio museale all’interno di un edificio scolastico non è data al caso: il “Ponte” vuole rappresentare il trait d’union tra ciò che è accaduto più di 100 anni fa e le nuove generazioni come filo conduttore che permetta ai ragazzi di riflettere sul significato storico di quegli avvenimenti. Il ponte costituisce da sempre un “monumento per il progresso” e rappresenta senza alcun dubbio una continua ed ambiziosa sfida a dimostrazione di come la costruzione di un ponte sia per sempre. Ringrazio il Consorzio BIM Piave ed il CRIF – Consorzio Regimazione Idraulica Fiumi, i cui contributi hanno permesso la realizzazione di tale spazio, l’Associazione Caimani del Piave ed in particolare il Sig. Mirco Roma, per aver concesso gratuitamente di esporre alcuni reperti risalenti al primo conflitto mondiale e  l’Associazione Arma Aeronautica – Nucleo di Ponte di Piave “Antonio Gaion” per la disponibilità concessa nel gestire le aperture del Museo. Un ringraziamento particolare al Ten. Col. Ernesto Acciarino che terminata la sua carriera all’interno del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza,  a messo a disposizione le competenze militari al servizio della comunità civile».

IMG_4900-3

«Particolarmente toccante -conclude Roma- è stata la cerimonia di consegna da parte dell’Amministrazione di alcune medaglie ai parenti dei nostri Caduti attribuite dal Ministero della Difesa , a testimonianza del sacrificio lungo le sponde del Fiume Piave, Sacro alla Patria. Ringrazio l’Amministrazione Comunale di Salgareda per aver condiviso con noi questo momento».

«Ponte di Piave -sottolinea il vicesindaco Stefano Picco- desidera ricordare i concittadini che hanno combattutto nei conflitti mondiali ed in particolare Citta Alessandro, Giacomazzi Giordano, Roma Attilio, Zanusso Giocondo, Lucchese Lorenzo, Marson Carlo, Marson Sante, Marcuzzo Carlo, Bozzon Paolo, Cereser Giuseppe, Zago Agostino, Zago Renato di cui sono stati chiesti dai parenti e amici il riconoscimento. Desidero ringraziare il Coro ANA di Oderzo, la Banda di Ponte di Piave e Salgareda, il Coro Green Singers e la Pro Loco di Ponte di Piave per la disponibilità e tutte le associazioni combattentistiche e d’arma».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG_4858-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento