Attualità Selvana / Viale Brigata Marche

Rotonda tra viale Brigata Marche e via Zanella: progetto approvato

La nuova opera sarà discussa in consiglio comunale il 21 dicembre. Opera chiave per ridurre code e traffico nella zona. 480mila euro il costo dell'opera

È stato approvato dalla Giunta comunale di Treviso il progetto per la realizzazione della rotonda fra via Zanella e viale Brigata Marche. Il piano dei lavori approderà in consiglio comunale il prossimo 21 dicembre per l’adozione della variante urbanistica. La cantierizzazione è invece prevista per l’estate del 2021.

Si tratta di un intervento risolutivo per il traffico nella zona che va a eliminare alcune criticità relative alla velocità dei veicoli all’intersezione, la scarsa visibilità e l’invasione della corsia di accumulo di viale Brigata Marche per la svolta a sinistra da parte dei mezzi pesanti che svoltano a destra da via Zanella.  Le soluzioni progettuali individuate inizialmente tenevano conto delle specificità dell’ambito di intervento, della sua economicità e delle segnalazioni dei cittadini.  Fra queste è stato scelto il progetto che ottimizza il rapporto costi / benefici. La presenza del casello daziario e delle abitazioni impone il posizionamento della rotatoria traslato verso nord rispetto all’asse ideale di viale Brigata Marche: la rotatoria avrà un diametro di 25 metri (che rende la rotatoria fruibile da parte dei mezzi pesanti) misurato sulla segnaletica, corsia giratoria di 7 metri ed entrate ed uscite rispettivamente di 3,5 metri e 4,5 metri dove possibile come da normativa, ad eccezione delle corsie di uscita in direzione ovest e sud che saranno di 4 metri. La banchina esterna rispetto all’asse giratorio avrà una larghezza di 50 centimetri, come le banchine in sinistra e destra rispetto alle corsie di immissione. La rotatoria sarà dotata di percorsi ciclopedonali protetti e gli attraversamenti pedonali dei singoli rami stradali saranno dotati di dispositivi luminosi e segnaletici per assicurarne la visibilità e la sicurezza in ogni condizione climatica. L’intervento sarà completato con un nuovo impianto di illuminazione. La progettazione e la realizzazione dell’infrastruttura saranno svolte nel rispetto delle previsioni di cui al DM 11.10.2017 (i cosiddetti Criteri Ambientali Minimi) come l’uso delle risorse naturali, la riduzione dei consumi di risorse naturali (energia), l’utilizzo di materiali non convenzionali (riciclati, sottoprodotti, artificiali), il riutilizzo di terre e rocce di scavo, la durabilità e riciclabilità del costruito, la protezione degli ecosistemi naturali, la gestione delle acque meteoriche. Il costo complessivo dell’intervento è pari a 480mila euro di cui 317mila destinati ai lavori a base d’appalto.

«L’intervento risolve un nodo importante della viabilità - le parole del sindaco Mario Conte - Di fatto, comporterà una radicale trasformazione della sede stradale in quanto la rotatoria è stata pensata per facilitare il transito dei mezzi pesanti. Ringrazio l’assessore Zampese, i consiglieri di zona e i cittadini per il grande lavoro di confronto e condivisione con i cittadini». «Si tratta di un’opera di particolare importanza perché riordina la viabilità fra due strade altamente trafficate - sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Sandro Zampese - Inoltre, mette in sicurezza un punto critico storico nelle vicinanze della scuola elementare e alla chiesa di Selvana. Ringrazio per la collaborazione e il lavoro di sintesi con i cittadini i consiglieri di zona Giorgio Torresan e Claudia Tronchin».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotonda tra viale Brigata Marche e via Zanella: progetto approvato

TrevisoToday è in caricamento