rotate-mobile

San Zenone, primavera di lavori: «Sei cantieri aperti, oltre 8 milioni di investimenti»

Il sindaco Fabio Marin fa il punto sui cantieri in dirittura d'arrivo: dalle piste ciclabili alla gara per la realizzazione del secondo e ultimo stralcio della riqualificazione del centro e della piazza di Ca’ Rainati. Investimenti reperiti dai fondi pubblici

Con l'arrivo della bella stagione si stanno concludendo diversi cantieri nel territorio di San Zenone degli Ezzelini e frazioni. Opere attese da anni che riguardano sia la sicurezza stradale, sia la riqualificazione di aree pubbliche centrali.

I lavori

Entrando nel dettaglio, stanno venendo completati i lavori di asfaltatura relativi al primo stralcio della realizzazione della pista ciclopedonale di Liedolo che da via Capitello arriverà fino alla curva vicino via dei Masi. Con questa operazione può dirsi conclusa la prima fase in attesa dell’imminente assegnazione dei lavori del secondo stralcio, la cui procedura di gara è in corso di esecuzione da parte della provincia di Treviso, con avvio dei lavori prevista tra il mese di maggio e giugno - opera finanziata con la formula del “credito sportivo” a tasso 0. Costo opera complessivo: oltre 976mila euro. 

Verranno a breve avviati i lavori di completamento di piazza del Donatore a sud del municipio e di realizzazione del parcheggio pubblico con accesso da via Verdi - secondo stralcio del progetto generale di recupero area sud piazzale prospiciente la sede comunale. E’ attualmente in corso la gara per l’assegnazione dei lavori da parte della provincia di Treviso che si presume inizino tra il mese di maggio e giugno. L'opera è finanziata con fondi propri di bilancio e contributi Pnrr per un costo complessivo di 903mila euro.

Sono in dirittura di arrivo anche i lavori riguardanti la nuova pista ciclopedonale sul lato ovest di via Caozocco a San Zenone degli Ezzelini fino all’incrocio con via J. Da Ponte. Del costo di 280mila euro, l’opera è finanziata per 140mila euro da contributo regionale.

Inoltre, sempre in tema di sicurezza viabilistica, in particolare per la cosiddetta mobilità leggera, è prevista per maggio la gara per l’affidamento dei lavori che consentiranno di realizzare il tratto di ciclopedonale in via Beltramini lungo la provinciale che collega San Zenone e Onè di Fonte – opera finanziata con contributo provinciale e con “credito sportivo” tasso 0. Costo dell'opera: 220mila euro coperto in parte con contributo provinciale di 110mila euro e in parte con credito sportivo a tasso 0 di altri 100mila euro

Sempre a maggio, inoltre, è in programma la gara per la realizzazione del secondo e ultimo stralcio della riqualificazione del centro e della piazza di Ca’ Rainati. Dopo il primo stralcio realizzato nel 2023 che ha permesso di creare nuovi parcheggi sul lato a nord della chiesa parrocchiale, è stato completato il progetto esecutivo per la fase finale che è ora al vaglio del Consiglio pastorale per gli affari economici (CPAE) di Ca’Rainati. Costo opera complessivo dei lavori: un milione 175mila euro.

I commenti

Precisa l’assessore ai lavori pubblici, Filippo Tombolato: «Verrà realizzata la piazza antistante l’attraversamento pedonale (che porta alla scuola attraversando la strada provinciale) con materiali più pregiati rispetto al primo stralcio in quanto dedicata esclusivamente alla pedonabilità. Questo spazio fungerà anche da punto di raccolta degli alunni per raggiungere la vicina scuola in sicurezza. Verrà anche realizzata una nuova viabilità di ingresso alla canonica e per raggiungere il centro parrocchiale. Sarà inoltre valorizzato il sagrato della chiesa con lastre di pietra di trachite con bordature in piastre di pietra biancone mentre lo spazio sul retro e circostante la chiesa verrà trattato con la stessa pavimentazione della piazza pedonale; anche in quest’area sarà vietato l’accesso pubblico carrabile ma verrà comunque garantito il transito ai fruitori interessati ad accedere alla canonica ed ai servizi parrocchiali”. A separare la piazza/parcheggio dalla piazza e dal sagrato sono previste delle aiuole rialzate (h cm 50) in acciaio corten che verranno piantumate con tappezzanti e messi a dimora alberature. Ogni aiuola presenterà sul lato lungo una seduta in calcestruzzo».

Conclude il sindaco, Fabio Marin: «Sono terminate in questi giorni le asfaltature della rotatoria in centro a San Zenone: un’opera di quasi 1 milione di euro resa possibile grazie al contributo regionale di 490mila euro ottenuto nel 2022 e che ha permesso di mettere parzialmente in sicurezza uno dei punti più critici della viabilità locale. Con l’asfaltatura della rotatoria, che si è completata in tempo record, possiamo dire concluso il primo stralcio del riassetto viabilistico del centro, quel riassetto che è oggetto dell’accordo di programma sottoscritto nel lontano 2012 con la Regione che, dopo tre verdetti giudiziari a favore del Comune, è chiamata ora a dare una risposta definitiva alla comunità sanzenonese che da anni attende la messa in sicurezza del centro. L’ultima sentenza della scorsa settimana mette nuovamente la Regione di fronte alle proprie responsabilità cosicché, davvero, ora non ci sono più scuse per procedere e completare l’opera che, ricordo, prevede anche la costruzione di un disassamento dell'asse stradale, una sorta di “chicane”, sull’asta viaria in corrispondenza dell’abitato ad est di via A. Canova, creando un’ulteriore strada di servizio utile per valorizzare la fruibilità urbana in corrispondenza delle numerose attività commerciali presenti. Questa è senza dubbio l’opera più importante che si aggiunge ad una serie di cantieri altrettanto fondamentali per la messa in sicurezza e riqualificazione del territorio per una cifra record di oltre 8 milioni di euro, in gran parte coperti da contributi esterni».

Video popolari

San Zenone, primavera di lavori: «Sei cantieri aperti, oltre 8 milioni di investimenti»

TrevisoToday è in caricamento