Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

Tragedia sfiorata a Ferragosto sulle grave del fiume nel Comune di Vidor. Le due giovani sono state salvate da un signore che si è tuffato in mezzo alla corrente per riuscire a salvarle

L'ambulanza intervenuta sul Piave (Foto tratta da Facebook)

Ferragosto a dir poco movimentato sulle grave del Piave, nel Comune di Vidor. Due sorelle di 10 e 12 anni che stavano trascorrendo il pomeriggio di Ferragosto lungo il fiume hanno rischiato di annegare dopo essere entrate in acqua per un bagno nel Piave.

Tutto ha avuto inizio nel pomeriggio quando E.F (nata nel 2009) e R.F (classe 2007), dopo aver deciso di fare un bagno insieme, si sono fatte trascinare per gioco dalla corrente. Il loro sbaglio però è stato quello di non fermarsi dove l'acqua era più bassa ma di avventurarsi, a loro insaputa, verso un tratto dove il fondale diventa improvvisamente molto profondo e pieno di vortici insidiosi. In un primo momento la più piccola delle due sorelle è riuscita ad arrancare e aggrapparsi alle rocce vicine. La ragazzina più grande invece ha iniziato ad annaspare e a bere acqua. Stava per annegare, quando il sessantenne D.T vedendo la scena e capendo al volo la gravità della situazione, si è tuffato per recuperare le due sorelle rischiando la vita in prima persona. Con grande fatica l'uomo è riuscito a riportare a riva le due sorelle ma è stato colto poco dopo da un lieve malore. Sul posto, nel frattempo, sono arrivati i soccorritori del Suem 118. Le ragazzine sono state portate in ospedale in ambulanza dove sono salite con le loro gambe, il sessantenne è stato invece soccorso dall'automedica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento