Attualità Santa Maria del Rovere / Via Piave

Spostamenti casa-lavoro per i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate: ecco cosa cambia

Il nuovo piano approvato coinvolge due sedi (Piazza delle Istituzioni e di via Piave) e 270 dipendenti

L'assessore De Checchi

E’ stato approvato dalla Giunta di Treviso il Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro  (PSCL) per i dipendenti della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Treviso quale strumento volto alla riduzione dell'uso  del  mezzo  di  trasporto  privato  individuale e ad una migliore organizzazione degli orari per limitare la congestione del traffico. Si tratta del primo PSCL redatto da un'azienda e presentato all’Amministrazione, preceduto soltanto da quello comunale e da quello dei cinque istituti scolastici comprensivi per gli spostamenti Casa Scuola. L’approvazione segue la redazione del piano da parte del Mobility Manager Aziendale della Direzione Provinciale di Treviso che ha effettuato una campagna di indagine Propedeutica alla redazione del PSCL alla totalità dei dipendenti che lavorano nelle sedi di Piazza delle Istituzioni.

In particolare, il piano approvato coinvolge due sedi (Piazza delle Istituzioni e di via Piave) e 270 dipendenti. Le azioni individuate dal piano prevedono un’attività di informazione di tutti i servizi attivi nel Comune di Treviso come il servizio di Bike Sharing e la possibilità di fruire dell’Assicurazione RCT del valore di cinque euro gratuita per abbonamento annuale per i dipendenti delle aziende che hanno approvato o sono in fase di realizzazione del Piano spostamenti casa – lavoro; la divulgazione attraverso il sito intranet e la posta elettronica delle agevolazioni, di convenzioni, offerte, notizie in tema di mobilità sostenibile Inoltre, il Portale intranet dell’Agenzia - compresa la sessione provinciale - e la rubrica interna “Pagine-on-line” forniranno notizie spunti e soluzioni di mobilità sostenibile; la verifica della fattibilità di un servizio di acquisto di abbonamenti al  trasporto  pubblico anticipato dall’Azienda e recuperato mensilmente dallo stipendio, iniziativa peraltro già attiva per i dipendenti del Comune di Treviso.

Il Piano rappresenta un punto di partenza nella sensibilizzazione verso la mobilità sostenibile, il cui primo impatto positivo si è riscontrata nella partecipazione alla rilevazione. L'Amministrazione comunale, tramite il Servizio Mobilità, sta facendo la ricognizione delle aziende del territorio che hanno più di 100 dipendenti e sta effettuando un’operazione di informazione e sensibilizzazione al fine di impegnarle nella redazione dei piani e nell'attuazione di idonee politiche di mobilità sostenibile. «Fin dal suo insediamento l’Amministrazione comunale ha puntato – e continuerà a farlo – sulla mobilità sostenibile promuovendo le buone pratiche relative all’utilizzo di mezzi elettrici o alla ciclabilità - afferma il vicesindaco Andrea De Checchi - Per questo sosteniamo tutte le iniziative, come quella posta in atto dal Mobility Manager della Direzione della Agenzia delle Entrate, per l’individuazione di percorsi casa-lavoro attraverso agevolazioni, informazioni utili e facilitazioni sugli abbonamenti. Tutte queste azioni in ambito Mobility Management sono inserite nel Piano Urbano di mobilità sostenibile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spostamenti casa-lavoro per i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate: ecco cosa cambia

TrevisoToday è in caricamento