menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo in miglioramento, domani riaprono le scuole della Marca

La Prefettura di Treviso continua a monitorare anche la situazione del Livenza. Il sindaco di Maserada invita a prendere l'autostrada per non intasare la viabilità. A San Biagio gli istituti scolastici resteranno chiusi

Sono ore di superlavoro per il "centro coordinamento soccorsi" presieduto dal Prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà, e riunito presso la sala operativa dei vigili del fuoco per monitorare costantemente la situazione in raccordo con i sindaci del territorio e la protezione civile. Il Genio civile ha informato che l’onda di piena del fiume Piave era prevista nel corso della tarda mattinata odierna mentre quella del Livenza è prevista per il tardo pomeriggio. I sindaci dei comuni interessati e potenzialmente soggetti ad allagamenti hanno attivato, d’intesa col Genio civile, il monitoraggio degli argini, la protezione dei medesimi a mezzo sacchi di sabbia e stanno procedendo ad informare la popolazione circa la necessità di portarsi ai piani alti in caso di necessità. Sono state già evacuate le aree golenali del Piave, Livenza e Monticano. Non si esclude lo sgombero dell’ospedale di Motta di Livenza per il quale il 118 ha comunque attivato la pianificazione di emergenza.

pontedipiave-3

I vigili del fuoco e le componenti del sistema provinciale di protezione civile hanno attivato il dispositivo di soccorso ed intervento adeguato agli scenari di rischio previsto. E’ stato chiuso il ponte sul Piave lungo la provinciale 53 in comune di Ponte di Piave nonchè il ponte ferroviario sulla stessa direttrice. Al momento si contano oltre 10mila distacchi di energia elettrica per fronteggiare i quali l’Enel ha attivato le procedure di riattivazione che potrebbero richiedere svariate ore di attesa per gli utenti.

«In relazione all’andamento della situaziome meteo ed alle previsioni di cui ai comunicati del centro funzionale regionale del Veneto -si legge in un comunicato della Prefettura- si è ritenuto, nell’ambito del Centro coordinamento soccorsi attivato presso la sala operativa dei Vigili del fuoco di Treviso, che non sussistono i presuposti per la chiusura delle scuole nella giornata di domani mercoledì 31 ottobre, salvo situazioni di locale criticità che dovranno essere valutate a livello di singolo comune interessato».

In tutto il territorio del Comune di San Biagio di Callalta -ha reso noto il sindaco Alberto Cappelletto- per la giornata di domani, mercoledì 31 ottobre, le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado resteranno chiuse per motivi di sicurezza.

RAFFICA DI BLACK OUT, ENEL IN PRIMA LINEA Continua l’impegno delle task force di Terna, la Società che gestisce la rete di alta tensione, ed E-Distribuzione, la Società del Gruppo Enel che gestisce le reti di media e bassa tensione, composte da oltre 1500 persone complessive tra risorse operative, tecnici e personale di imprese terze in campo senza sosta sin da ieri per fronteggiare le conseguenze della forte ondata di maltempo che si è abbattuta sulla penisola e in particolare sul Triveneto, dove si sono verificati guasti diffusi sulla rete di alta tensione gestita da Terna e sulle linee di media e bassa tensione gestite da E-Distribuzione. Al momento, le zone maggiormente interessate dai guasti sono quelle delle Province di Vicenza, Belluno, Udine e Treviso. Nonostante le condizioni meteo fortemente avverse, eccezionali in termini di intensità, estensione e durata, e i notevoli disagi alla viabilità, causati da smottamenti, frane, esondazioni e alberi caduti, il lavoro delle squadre è proseguito ininterrottamente per tutta la notte con l’obiettivo di ripristinare il servizio nel minor tempo possibile.

Alle ore 11 del 30/10/2018, la situazione nelle aree gestite da E-Distribuzione è la seguente:

Veneto: circa 122.000 clienti disalimentati;

Friuli Venezia Giulia: circa 21.500 clienti disalimentati;

Rispetto alla giornata di ieri, sono state già rialimentate complessivamente 120.000 utenze in Triveneto.

Inoltre, Terna sta lavorando con le altre imprese distributrici in Trentino Alto Adige per il ripristino del servizio. Si ricorda, peraltro, che E-Distribuzione non è l’impresa distributrice competente in Trentino Alto Adige né nei Comuni di Vicenza, Verona, Rovigo e Pordenone. Le linee risultano gravemente danneggiate principalmente dalla caduta di alberi ad alto fusto situati al di fuori della fascia di rispetto dagli elettrodotti, materiale divelto dalle intense e perduranti raffiche di vento, nonché dal danneggiamento di tralicci e cabine elettriche anche in conseguenza di frane e smottamenti.

A disposizione delle squadre, circa 900 mezzi speciali e 600 gruppi elettrogeni, tra Terna e E-Distribuzione. I tecnici delle due Aziende stanno, inoltre, effettuando una serie di manovre, sia da remoto che sul campo, sulla rete elettrica per rialimentare i clienti rimasti senza energia. Terna ed E-Distribuzione sono in costante contatto con le Prefetture, con le Istituzioni locali e con le strutture di Protezione Civile con cui si stanno organizzando interventi nelle zone di difficile accessibilità, anche in base all’evolversi delle condizioni meteo. Gli interventi sul territorio proseguiranno fino al pieno ripristino del servizio elettrico, operando nel rispetto delle procedure di sicurezza che questi delicati interventi richiedono.

Seguiranno, nel corso della giornata, ulteriori aggiornamenti relativi allo stato dei ripristini, tenendo conto delle possibilità di accesso alle aree interessate dai guasti. E-Distribuzione ricorda che, per la segnalazione dei guasti, è possibile contattare il numero verde 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche sui canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione nonché sul sito Web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è stata messa a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento