rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità Giavera del Montello

La passeggiata Tuareg anticipa il GFest di Giavera del Montello

Torna il 7 e 8 Luglio prossimi, MicroMarcoGFest, la festa multietnica di Giavera del Montello da anni crocevia di incontri e di culture

GIAVERA DEL MONTELLO Torna il 7 e 8 Luglio prossimi, MicroMarcoGFest, la festa multietnica di Giavera del Montello da anni crocevia di incontri e di culture, organizzata dall’associazione Ritmi e Danze dal Mondo all’interno del cartellone più ampio del GiaveraFestival. Il GiaveraFestival, 23^ edizione della manifestazione interculturale e insieme “numero zero” di una nuova formula, è frutto di una trasformazione che ha reso itinerante e dilatata nel tempo l’esperienza ultra ventennale di Ritmi e Danze dal Mondo.

Gli eventi che hanno preceduto il MicroMacroGFest sono stati il lancio del Festival con lo spettacolo di Natalino Balasso a Montebelluna, la trasferta alla Milano multietnica per esplorare le dinamiche di trasformazione che i migranti hanno portato in una grande città; una giornata a Santi Angeli sul Montello, per tornare a riflettere e a “giocare” sui temi dell’educazione interculturale alla diversità, con gli insegnanti, gli alunni e i genitori della Scuola primaria e dell’infanzia “Don Marco dal Molin”  e l’appuntamento a Sant’Orso di Schio con Intrecci Meticci, in collaborazione con le associazioni Il mondo nella città, atelier Nuele, Unicomondo e Mar Lawoti.

La quinta tappa del GiaveraFestival è stata realizzata lo scorso fine settimana, a Pordenone, per valorizzare l’esperienza di Mondo Tuareg, associazione che collabora con il Festival da tanti anni, e vivere con loro un momento originale di incontro con il territorio friulano. L’evento Terre Friulane, Genti Tuareg, ha avuto un grande successo di pubblico, sia nei numeri (350 partecipanti, con altri 80 che non hanno potuto rientrare nel numero massimo previsto dagli organizzatori) sia nel gradimento di quanto si è potuto gustare, dal punto di vista culturale, musicale, culinario ma anche e soprattutto di emozioni vissute nell’incontro fra culture diverse e con un territorio davvero “magico” quanto si sono rivelati i Magredi, l’ampia distesa di ghiaie tra il Meduna e il Cellina, detti il “deserto del Friuli”.

Emozionante e dirompente soprattutto il cammino nei Magredi, compiuto a notte fonda, in due tappe che hanno introdotto con racconti poetici al luogo in cui ci trovavamo, conducendo poi i “camminatori” a gustare la cerimonia del “tè del deserto” attorno al fuoco, per la quale servono, come diceva uno dei responsabili dell’associazione Mondo Tuareg, “amici, tempo e braci”, un tempo reso denso dal silenzio, dai racconti e dalle melodie del deserto. Fondamentale per la riuscita dell’evento l’incontro e la collaborazione fra gli aderenti a Mondo Tuareg, gli organizzatori e i volontari del GiaveraFestival, appartenenti all’associazione Ritmi e danze dal mondo, i volontari locali di Montereale, dell’Associazione naturalistica Cordenonese, della parrocchia di Rorai Grande per l’ospitalità.

Tutto pronto ora per la due giorni del MicroMacroGFest, il 7 e 8 luglio a Giavera del Montello, con ospiti ed eventi culturali e artistici da tutto il mondo. Tra i nomi di rilievo segnaliamo l’ex Direttore de l’Economist Bill Emmot, l’antropologo e giornalista Duccio Canestrini, il genetista Guido Barbujani, il giornalista e scrittore Stefano Liberti, la giornalista di “Internazionale” Annalisa Camilli, la scrittrice premio internazionale Writing for Central and eastern Europe Azra Nuhefendic,  il fotoreporter Emanuele Confortin e naturalmente musica e spettacoli da tutto il mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La passeggiata Tuareg anticipa il GFest di Giavera del Montello

TrevisoToday è in caricamento