Cronaca Piazza del Popolo

A Vittorio Veneto apre il nuovo centro antiviolenza per le donne

Sarà presente al piano terra del Municipio in Piazza del Popolo e sarà aperto dal lunedì al venerdì. Presenti anche uno psicologo e un avvocato

Sullo sfondo il Municipio di Vittorio Veneto (foto Pro Loco Vittorio V.to)

VITTORIO VENETO Il nuovo Centro Anti Violenza di Vittorio Veneto, presente dal 26 giugno al piano terra del Municipio in Piazza del Popolo, nasce come esito del confronto, attuato nell'ambito del Tavolo Interistituzionale sulla violenza domestica e lo stalking voluto dalla Conferenza dei Sindaci dell'Azienda Ulss 7, tra i vari soggetti che sono a contatto con le vittime della violenza e si innesta sull'esperienza dello Sportello Donna cittadino, attivo dal 2005. Il progetto si è concretizzato grazie alle risorse messe a disposizione da un bando regionale e dal Comune di Vittorio Veneto. Il Centro Anti Violenza si pone l’obiettivo di intercettare una gamma di bisogni che oggi non trova adeguate risposte nei servizi territoriali, così che le competenze specifiche degli operatori del "Cav" possano essere fruibili sia dai soggetti vittime di violenza, sia dagli altri soggetti istituzionali (Sportello Donna, servizi sociali comunali, consultori familiari, pronto soccorso, forze dell’ordine).

La tipologia di attività che si realizzerà attraverso le varie figure professionali che vi opereranno (psicologo, avvocato, formatore, supervisore) è raggruppabile in quattro grandi filoni:

1. Di tipo collettivo: curare e promuovere una cultura del rispetto; informare sulle nuove opportunità offerte dal territorio promuovendo nello specifico il Centro Antiviolenza; attivare canali di comunicazione, specie tra le giovani generazioni, con l’obiettivo di prevenire il fenomeno facendo emergere modelli culturali e stereotipi che ne sono alla base;

2. Di tipo individuale/assistenziale: accoglienza, ascolto, approfondimento valutativo, breve presa in carico, accompagnamento verso altri servizi. Centrale è l’azione di accoglienza e ascolto, che deve sostenere la donna in un percorso di rafforzamento personale per riconquistare fiducia in se stessa e riprendere il controllo della propria vita;

3. Di tipo indiretto: mappatura  e monitoraggio del fenomeno, sia nelle sue dimensioni quantitative che culturali. Particolarmente importante risulterà il lavoro sinergico con i servizi territoriali, il mondo del volontariato e le forze dell’ordine;

4. Di tipo formativo: attivazione di percorsi di formazione continua, anche in ambito giuridico, per assistenti sociali comunali, operatori di altri enti, del terzo settore e volontari. Verrà attivato altresì un percorso di supervisione al fine di una verifica delle procedure attuate.

Il Centro Antiviolenza, di cui Ente gestore è il Comune di Vittorio Veneto, lavorerà in stretta sinergia con i servizi sociali comunali e i servizi specialistici dell’Azienda Ulss 7, in primis i consultori familiari. Inoltre intende operare a favore di tutte le donne, di ogni età, che subiscono maltrattamenti e violenze e cercano un aiuto, sia provenienti dai 28 comuni afferenti all’Azienda Ulss 7 che da fuori territorio.

Orari di apertura

LUNEDI’ 9.00 – 12.00

MARTEDI’ 16.00 – 18.00

MERCOLEDI’ 9.00 – 12.00

GIOVEDI' 17.00 – 19.00

VENERDI’ 9.00 – 12.00

Il numero telefonico 0438/569450, oltre al collegamento ad una segreteria telefonica, sarà collegato al numero nazionale di pubblica utilità antiviolenza 1522.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Vittorio Veneto apre il nuovo centro antiviolenza per le donne

TrevisoToday è in caricamento