Cronaca

Associazione "Amici della Solidarietà" di Montebelluna: firmato l'accordo per la sede dell'ex Bassegato

Il contratto, della durata di venti anni, prevede lo sgombero dei locali di Villa Pisani entro la fine dell'anno e le spese di manutenzione saranno a carico della Cooperativa

MONTEBELLUNA Sono stati firmati mercoledì mattina in Municipio a Montebelluna i due contratti di comodato d'uso per la porzione dell'immobile comunale “Ex Bessegato” dove saranno ospitate la Cooperativa sociale Solidarietà e l'associazione Amici della Solidarietà. Per la firma erano presenti la presidente del consiglio di amministrazione della società “Solidarietà società cooperativa sociale”, Tosca Meneghetto, e la presidente e legale rappresentante dell’associazione Amici della Solidarietà, Sara Mascarin. L'operazione si era resa necessaria ed è stata concordata con la Cooperativa qualche mese fa, dopo la decisione di intervenire su Villa Correr Pisani di Biadene, dove attualmente è ospitata. Con l'occasione si è concordato di trasferire nella stessa nuova sede anche l'Associazione che potrà disporre di spazi più ampi e funzionali. Entrambi i contratti sono della durata di venti anni.

Il contratto con la Cooperativa ha definito anche le modalità di risoluzione del contratto in essere su Villa Pisani prevedendo la restituzione al Comune della porzione immobiliare, entro il 31 dicembre, al fine di permettere alla cooperativa di completare le operazioni di trasloco e di liberazione di “Villa Pisani”. Oltre alla porzione interna utilizzata come sede del centro diurno, alla Cooperativa viene concesso anche l'uso esclusivo dell’area verde attrezzato di 1.520 metri quadrati, e non esclusivo dell’area scoperta di 1.600 metri quadrati e dell’area di manovra e parcheggi di 1.340 metri quadrati. La Cooperativa si impegna, con oneri a proprio carico, a predisporre i progetti e ad eseguire gli interventi manutentivi, strumentali all’utilizzo ed alla conservazione dell’immobile concesso. Le spese di conduzione della porzione concessa (per utenze varie e manutenzioni ordinarie) saranno a totale carico della Cooperativa sociale. All'associazione Amici della Solidarietà, invece, oltre alla porzione interna destinata ad uso magazzino per deposito di eccedenze alimentari in forma di emporio solidale e ricovero attrezzi, viene concesso anche l'uso non esclusivo dell’area di manovra e parcheggi di 1.340 metri quadrati. L’associazione è tenuta a conservare la porzione immobiliare oggetto del comodato in buono stato manutentivo.

Abbiamo mantenuto – commenta il sindaco, Marzio Favero – la parola data, non sul piano morale, e cioè di trovare una sede adeguata all'associazione Amici della Solidarietà e alla Cooperativa sociale Solidarietà; quest'ultima attualmente ospitata in Villa Pisani che dall'inizio del 2017 sarà interessata dall'avvio del cantiere per la realizzazione del Memoriale della Grande Guerra. Si trattava di un impegno, tra l'altro, assunto anche in Consiglio comunale. Il dialogo ha portato ad un risultato soddisfacente sia per il Comune che per le due realtà che si occupano di solidarietà nella comunità. Il Comune trova una vocazione all'uso nell'immobile Ex Bessegato coerente con l'attenzione al sociale perseguita dall'ente e che peraltro genera un presidio utile per altre esigenze del Comune stesso. Infatti, alle due organizzazioni vanno i locali degli uffici destinati al centro diurno ed il magazzino a nord che è legato allo sviluppo futuro delle attività dell'emporio solidale, uno dei progetti più rinomati nella raccolta di generi alimentari da distribuire tra i bisognosi. Gli altri due magazzini, una volta riadattati, saranno a disposizione del Comune. Ma questa è una risposta buona anche per le due organizzazioni perché toglie il rapporto con il Comune dalla dimensione del precariato per rientrare in quella di una più corretta alleanza strategica e duratura in una prospettiva ventennale. Quello che fa più piacere, al di là degli aspetti amministrativi, è sapere che ragazzi e famiglie della cooperativa sono felici di questa nuova collocazione. Nel frattempo stiamo lavorando per arrivare ad un risultato altrettanto soddisfacente con la cooperativa Vita e Lavoro”.

E' stato formalizzato lo spostamento di sede per le due realtà – spiega Sara Mascarin della cooperativa Solidarietà e presidente dell'associazione Amici della solidarietà – che rappresenta un'opportunità di crescita e permetterà non solo di dare continuità a quanto già facciamo, ma di utilizzare spazi più confortevoli e più idonei alle persone svantaggiate e alla gestione delle eccedenze. La prossimità delle due sedi renderà il lavoro educativo ancora più sinergico, migliorerà le azioni del emporio solidale (2015: 1576 tonnellate per 21.804 persone) permettendone il consolidamento. Darà al centro educativo, presente dal 1994, la possibilità di vivacizzare il clima e le dinamiche interne. Come società civile, essere sostenuti dall'amministrazione e aver dialogato in questi mesi in modo tanto fattivo e sintonico non solo ci motiva ma ci conforta. Sindaco e vicesindaco sono stati interlocutori con cui è stato facile trovare il bene comune con soluzioni razionali e concrete”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Associazione "Amici della Solidarietà" di Montebelluna: firmato l'accordo per la sede dell'ex Bassegato

TrevisoToday è in caricamento