Coronavirus: arrestato spacciatore con la febbre, sottoposto al tampone

A finire in manette un 20enne di Carbonera che è stato fermato lunedì pomeriggio, poco dopo le 15.30, in via Cavallaro: nel tentativo di scappare in bici dai militari, era carambolato a terra

Un controllo dei carabinieri in queste giornate

Dopo essere stato arrestato dai carabinieri per spaccio è stato subito sottoposto al tampone per accertare l'eventuale positività al Coronavirus: a mettere in allerta i militari è stata la misurazione della temperatura corporea del pusher. Il pusher, un 20enne di Carbonera ma originario di San Donà di Piave, aveva infatti la febbre quando è stato fermato. L'episodio di cui si è reso protagonista il giovane è avvenuto in via Cavallaro, tra San Giacomo di Musestrelle e Vacil di Breda. Il giovane, in sella alla sua bici, si stava aggirando nella zona quanto è incappato in una pattuglia dei carabinieri della stazione di Silea, impegnata nel controllo del rispetto del decreto per evitare l'allargamento del contagio da Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 20enne, vedendo la "gazzella" dell'Arma, ha cercato di fuggire ma, molto goffamente, è caduto a terra dopo una curva. Nelle tasche del ragazzo, senza nessun precedente penale alle spalle, i militari hanno trovato 100 grammi di marijuana, 60 grammi di hashish e circa 150 euro in contanti, oltre ad un bilancino di precisione. Per il 20enne è scattato l'arresto per detenzione ai fini di spaccio e una denuncia per la violazione del decreto anti-coronavirus. Dopo aver verificato che il giovane aveva la febbre, i militari hanno chiesto che al 20enne fosse praticato il tampone per verificare l'eventuale positività. Il giovane è stato nel frattempo rinchiuso, in isolamento, in una cella del carcere di Santa Bona a Treviso. I militari che sono venuti a contatto con il 20enne, nel caso il tampone fosse positivo, saranno messi in quarantena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento