menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caseus Veneti 2016, tutti i formaggi del Veneto in gara a Piazzolla sul Brenta

Ben 385 diverse tipologie da 78 diversi produttori di tutta la regione tra cui 31 trevigiani: dai grandi caseifici fino alle piccole malghe della pedemontana o agli affinatori di pregiate forme

PIAZZOLLA SUL BRENTA E’ ufficialmente iniziata con la giornata di ieri la XII edizione, Caseus Veneti, Concorso regionale Formaggi del Veneto. Nei giorni scorsi sono giunti a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta ben 385 diversi formaggi da 78 diversi produttori di tutta la regione tra cui 31 trevigiani: dai grandi caseifici che rappresentano brand nazionali affermati, fino alle piccole malghe della pedemontana o agli affinatori di pregiate forme. La Giuria Tecnica, nominata da Veneto Agricoltura, decreterà le medaglie d’oro nelle 37 categorie in competizione. Si comincia dalle grandi Denominazioni di Origine Protetta che, attraverso i propri consorzi organizzano Caseus Veneti: Grana Padano, Asiago, Montasio, Monte Veronese, Casatella Trevigiana, Provolone Valpadana, formaggio Piave.

Si passa quindi ai tipici: dal morlacco al bastardo, alle produzioni di malga; per arrivare ai formaggi più elaborati, gli affinati, gli erborinati, i caprini, non dimenticando naturalmente tutta la varietà dei molli e freschissimi. “Caseus Veneti è una realtà unica in Italia, un concorso ufficiale organizzato dai Consorzi di Tutela con il sostegno della Regione Veneto e del Consorzio Grana Padan. In 12 anni è stato capace di crescere costantemente, anche quest’anno abbiamo diverse realtà produttive in più iscritte, è il segnale– spiega Stefano Berni, direttore Consorzio Grana Padano – che i caseifici credono in questa competizione: vincere una medaglia a Caseus significa avere un certificato di eccellenza spendibile di fronte ai consumatori.

Questa non è solo una festa popolare del gusto, ma una vera vetrina per un settore fondamentale per l’economia agroalimentare del Veneto, che qui rivendica con forza la sua importanza”. Basta citare alcuni numeri (fonte Veneto Agricoltura): in Veneto sono altre 3.000 gli allevamenti di bovine dove si produce il 10% del latte italiano (1,13 milioni di tonnellate nel 2015 per un valore alla produzione di 416 milioni di €). Ma è la trasformazione casearia, in prodotti tipici esportati in tutto il mondo, a rappresentare la punta di diamante del settore: 171 le industre lattiero casearie con oltre 3.000 occupati e un fatturato stimabile in oltre 1 miliardo di euro l’anno.

La “via del formaggio di qualità” rappresenta la vera ancora di salvezza per l’intera filiera del latte veneto, minacciata dall’invasione di prodotto a basso costo da altri Paesi europei e da formaggi scadenti realizzati anche con latte in polvere. “In Veneto quasi il 70% del latte prodotto va verso produzioni di grandi DOP, il 35% è destinato ad una eccellenza del Made in Italy come Grana Padano. Non possiamo quindi che ringraziare – aggiunge Berni – tutti i Consorzi di Tutela che, anche attraverso questa iniziativa, rappresentano un volano anche per le piccole produzioni tipiche o montane da salvaguardare”.

Il weekend del 24/25 settembre sarà una occasione straordinaria per fare un tuffo nell’arte e nelle tradizioni gastronomiche del Veneto, in un contesto straordinario come Villa Contarini a Piazzola sul Brenta (PD) dove sono attesi oltre 30mila visitatori e dove si potrà visitare la mostra con i quasi 400 formaggi in gara, partecipare ad una delle degustazioni guidate delle DOP o ad un cooking show con gli chef emergenti del Nordest (le iscrizioni sono quasi concluse meglio affrettarsi a prenotare, la partecipazione è gratuita) e poi educational con i casari e mercato delle eccellenze.

Sabato 24 Settembre alle 10.15 si terrà l’inaugurazione ufficiale con la giornalista di RAI UNO Eleonora Daniele, madrina di beneficienza in rappresentanza dell’Associazione Nazionale Autismo e Città della Speranza. La padovana Eleonora è da molti anni testimonial della manifestazione e della sua mission benefica. Dei circa 7 quintali di formaggi che i caseifici del Veneto metteranno a disposizione della manifestazione, buona parte sarà venduta corner Forme di Solidarietà. Il ricavato andrà in beneficienza a Life Inside Onlus, associazione che sostiene le famiglie dei malati di autismo e Fondazione la Città della Speranza. Seguiranno le premiazioni in sala delle conchIglie.

7x7+1 | SETTE CHEF PER SETTE FORMAGGI + 1 - Speciali lezioni di cucina con chef emergenti in arrivo dai migliori ristoranti del Nordest, seguiti da degustazione. La conduzione dei cooking show sarà affidata alla sommelier master class e critica enogastronomica, Adua Villa e al selezionatore della Guida dei Ristoranti d’Italia de l’Espresso e giornalista, Marco Colognese. Si comincia sabato 24 settembre: alle ore 13, ai fornelli arriva Silvia Moro del Ristorante Aldo Moro di Montagnana (PD), dalle 15 Carlo Nappo, ristorante al Podere (PN); alle 17, Andrea Rossetti del ristorante Do Campanili di Cavallino Treporti (VE). Domenica 25 settembre: alle 10, Leandro Luppi del ristorante Vecchia Malcesine, Malcesine (VR); alle 12, Alberto Basso, del ristorante 3 Quarti di Grancona (VI); alle 14, Ljublica Komlenic, Ristorante Sporting by Lju, Caorle (VE); alle 16, Alessio Longhini del Ristorante Stube Gourmet di Asiago (VI). Le lezioni di cucina con degustazione sono completamente gratuite, si terranno nelle cantine della villa e saranno a numero chiuso (40 persone per lezione). E’ possibile prenotarsi attraverso il sito: www.caseusveneti.it

dim5-2

DEGUSTAZIONI GUIDATE - Quattro gli appuntamenti aperti al pubblico anche per le degustazioni dei grandi formaggi DOP del Veneto a cura dei Consorzi di Tutela: appuntamenti nella giornata di domenica 25 settembre con questi orari: alle ore 11, 13, 15 e 17. Anche in questo caso ingresso gratuito ma posti sono limitati, perciò è necessaria la prenotazione tramite il sito www.caseusveneti.it

A LEZIONE DAL CASARO - Tre educational cheese, “Come Nasce il formaggio” che si terranno nel parco sul retro della villa, con la lavorazione in diretta del latte a cura del casaro: l’appuntamento per grandi e piccoli è alle 15 di sabato 24 settembre, e alle 11 e alle 15,30, domenica 24 settembre. 

TRE GIURIE AL LAVORO – La prima giuria tecnica, quella formata da un plotone di esperti assaggiatori provenienti da tutta Italia si riunirà oggi. Sabato 24 settembre pomeriggio si riunirà la giuria aurea formata da stampa enogastronomica ed esperti per l’assegnazione dei premi d’onore ai formaggi già vincitori di medaglia d’oro. Alle 17, spazio a chi vorrà diventare assaggiatore per un giorno.  La giuria popolare premierà i tre mastri casari del 2016. Iscrizioni su: www.caseusveneti.it o in villa presso l’info point.

BONTA’ DA PORTARE A CASA - Caseus Veneti Shop darà inoltre spazio al mercato delle eccellenze: non solo formaggi, ma anche birrifici, confetture grandi prodotti tipici. Non mancherà l’Angolo delle DOP, il mercato dei caseifici e l’area ristoro per degustare piatti tipici comodamente seduti ai tavoli allestiti nel prato della villa.

INSTAMEET #caseusveneti – Grazie alla collaborazione con gli Igers Veneto e con i gruppi Igers Padova, Belluno e Vicenza, l’evento diventerà anche digitale. Sull’onda dell’hashtag #caseusveneti domenica il social dedicato alla condivisione di immagini rilancerà in rete tutta la bellezza delle bontà casearie venete e dello straordinario contesto di Villa Contarini a Piazzola. Una vocazione, quella della comunicazione 3.0 che Caseus ha sempre più sviluppato, anche attraverso Facebook e Twitter, per coinvolgere il proprio pubblico nazionale e straniero.

dim2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento