rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Cronaca Castelfranco Veneto

Investito da un Suv all’uscita dal ristorante, muore a 61 anni

Claudio Peretto, originario di Castelfranco Veneto ma residente a Rosà, ha perso la vita martedì 7 febbraio all'uscita del ristorante "Al Fogolar". Lascia moglie e due figli, sabato i funerali

Ennesima tragedia sulle strade nella serata di martedì 7 febbraio. Claudio Peretto, camionista 61enne originario di Castelfranco Veneto ma residente a Rosà, è stato travolto e ucciso da un suv Nissan Qashqai mentre, verso le 22, stava attraversando la tangenziale est a Borsea, frazione di Rovigo, per raggiungere il suo camion.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Peretto era appena uscito dal ristorante “Al Fogolar”, locale molto frequentato dagli autotrasportatori, dove si era fermato a cenare. Alla guida dell'auto c’era una 33enne residente nel Ferrarese. La donna ha chiamato i soccorsi e poi è stata portata in ospedale in stato di choc. A causa del violento impatto col cofano dell'auto Peretto è stato sbalzato a dieci metri dal punto dello schianto ed è morto sul colpo. Inutile il tempestivo intervento del medico del Suem 118, arrivato sul posto assieme ai carabinieri e ai vigili del fuoco. Il 61enne viveva a Cusinati di Rosà con la moglie Luciana. Dalla loro unione erano nati i figli Maurizio e Alessandra. Dopo aver raggiunto la pensione, Claudio Peretto aveva continuato a lavorare come camionista per un'azienda di logistica con sede a Bassano del Grappa, la Autotrasporti Cecchin. A piangerlo oggi, oltre a moglie e figli, anche la mamma Livia, i fratelli Francesco e Giuseppe, cognati, nipoti, amici e parenti tutti. L'ultimo saluto al 61enne sarà celebrato sabato 11 febbraio, alle ore 10, nella chiesa parrocchiale di Cusinati a Rosà.

rovigo incidente mortale claudio peretto (2)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito da un Suv all’uscita dal ristorante, muore a 61 anni

TrevisoToday è in caricamento