rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Conegliano

Ruba alcolici al supermercato, 30enne va a giudizio in abbreviato

La donna, di origine marocchina, era stata sorpresa, il 4 marzo del 2018, con lattine e bottiglie dentro allo zaino. Aveva anche minacciato il vicedirettore dell'esercizio commerciale

«Ti ammazzo». Questo avrebbe detto una trentenne, di origine marocchina, al vicedirettore del supermercato dove aveva appena perpetrato un furto di alcolici. Il sostituto procuratore Davide Romanelli ha chiesto oggi, martedì 23 novembre, il rinvio a giudizio per S.E.T., il cui difensore, l'avvocato Alessandra Nava, ha invece chiesto e ottenuto il giudizio con il rito abbreviato, a maggio, che le permetterà di ottenere uno sconto pari a un terzo della pena complessiva.

La donna, il 4 marzo del 2018, era entrata con un complice, la cui identità è però rimasta ignota, dentro alla Despar di Via Cavour, a Conegliano. Una volta all'interno del supermercato S.E.T. aveva trafugato alcune lattine e bottiglie di alcolici, che aveva nascosto all'interno del proprio zaino, con cui era passata attraverso le casse senza pagare.

Ma i suoi movimenti erano stati notati dal vicedirettore dell'esercizio commerciale, che davanti all'uscita aveva invitato i due ladri a restituire la merce. «Lasciami stare - aveva allora urlato la giovane - ti spacco la faccia, ti uccido». Facendo diventare quello che era un banale furto in una rapina impropria.

La 30enne è una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine e sempre per furto di alcolici. Nel 2017 era stata arrestata ancora per rapina impropria ai danni del supermercato Lidl di via dei Cimbri a Vittorio Veneto. Aveva nascosto 5 bottiglie di Aperol nella borsa, tentando di superare le casse e strattonando i commessi che l'avevano pizzicata. I carabinieri l'avevano poi bloccata lungo la vicina pista ciclabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba alcolici al supermercato, 30enne va a giudizio in abbreviato

TrevisoToday è in caricamento