menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Paolo Camolei

L'assessore Paolo Camolei

Dimezzati i costi per la richiesta di occupazione di suolo comunale

Dopo la riunione con i commercianti, martedì mattina la giunta comunale ha approvato la riduzione del 50 per cento del costo delle pratiche Suap

TREVISO - Dopo la riunione con i commercianti, martedì mattina la giunta comunale ha approvato la riduzione del 50 per cento del costo delle pratiche Suap (sportello unico attività produttive) per la richiesta di occupazione di suolo comunale da parte degli esercizi pubblici.

Dal 1 gennaio 2014 il Comune di Treviso ha iniziato ad applicare la tariffa per il rilascio delle concessioni di suolo pubblico sia per le attività di ristoro all’aperto ( dehors) che per altre attività commerciali come i negozi di frutta e verdura. Il costo di ogni pratica, svolta attraverso procedura telematica, era di 150 euro. Una spesa che, per effetto della riduzione del 50 per cento, da oggi costerà esattamente la metà. Il costo sarà unico anche nel caso il commerciante dovesse disporre di più di un plateatico.
“Diamo seguito agli impegni assunti nell’incontro di ieri con le categorie e rendiamo attuativa questa prima agevolazionecommenta l’assessore alle attività produttive Paolo Camolei – La differenza del mancato introito verrà coperta interamente dal Comune. Anche per questo si tratta di un segnale importante. Il Comune è il primo, e questo intervento lo dimostra, a voler destinare delle risorse proprio per la rivitalizzazione del centro storico”.
 

La riduzione varrà per tutto il 2014 e avrà effetto retroattivo in caso la richiesta sia stata presentata a partire dal 1 gennaio di quest’anno. Pensata per il centro storico, la riduzione sarà valida anche gli esercizi commerciali degli altri quartieri cittadini.

“Per quanto riguarda il Cosap (ndr canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) – fa sapere l’assessore-  stiamo lavorando sui  numeri, anche se possiamo già affermare che la riduzione sarà compresa tra il 30 e il 50 per cento. Faremo il possibile per arrivare alla percentuale più alta e proprio per questo, in questi giorni con l’assessore al bilancio Alessandra Gazzola, stiamo lavorando per una verifica a livello contabile. Il taglio del Cosap costituisce un altro segnale importante e di grande apertura nei confronti delle attività economiche. Credo comunque che azioni concrete e date certe, come quella del 30 giugno (ndr giorno entro il quale approderà in consiglio comunale la delibera per il progetto di pedonalizzazione), dopo un ventennio di sole parole, non possano che rassicurare i commercianti sulle intenzioni di questa giunta”.
Altro capitolo importante gli affitti: “ Stiamo preparando, e spero arriveremo a proporre a breve, una nuova formula di contratto d’affitto regolamentato da una percentuale fissa e una legata ai ricavi. Si tratta di una forma nuova che stiamo valutando per intervenire sugli affitti del centro storico”, chiude Camolei.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento