menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distributore di benzina nel piazzale della ditta, due denunce

Un distributore di carburante autonomo, a domicilio e pienamente efficiente quello individuato dai finanzieri in una società del Vittoriese

Un distributore di carburante autonomo, a domicilio e pienamente efficiente quello individuato dal comando provinciale della guardia di finanza di Treviso durante di una verifica fiscale in una società del Vittoriese.

In particolare i militari della brigata di Vittorio Veneto, nelle fasi di esecuzione di un accesso domiciliare, hanno notato la presenza dell’impianto ubicato nel piazzale della sede sociale dove il contribuente, al fine di avere gasolio da autotrazione disponibile per i propri mezzi aziendali, aveva installato una vera e propria “pompa di gasolio”. Di fatto, però, non aveva adempiuto a tutti gli obblighi di legge previsti per la detenzione e lo stoccaggio del carburante.

L’impianto in argomento era infatti totalmente privo delle autorizzazioni necessarie, tra cui il certificato di prevenzione antincendi, in dispregio peraltro  delle relative norme di sicurezza, essendo installato nelle vicinanze di un centro abitato e lungo un’arteria provinciale soggetta ad un traffico di veicoli e mezzi pesanti molto intenso. 

I finanzieri, constatata la presenza di circa 2000 litri di gasolio contenuti nella cisterna e la relativa pericolosità per persone e cose, avvalendosi oltre che dei poteri di polizia tributaria anche di quelli di polizia giudiziaria, hanno provveduto al sequestro dell’impianto  ed alla denuncia dei due gestori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento