Cronaca

"No coca no party", blitz dei Forconi in municipio a Treviso

Inaspettata manifestazione la notte di Capodanno, che ora potrebbe costare una denuncia. Il blitz legato allo scandalo della cocaina

Una foto del blitz (Facebook)

TREVISO Hanno aspettato la mezzanotte per compiere il primo blitz dell’anno. Arrivati in municipio a Treviso hanno affisso uno striscione: “Giunta Manildo: no coca no party”, anche se poco più tardi a “rovinare la festa” sono arrivati gli agenti della polizia locale.

A inscenare la protesta a Ca’ Sugana di Capodanno sono stati i Forconi, che hanno agito poco prima delle 2 del mattino e che ora rischiano una denuncia per manifestazione abusiva. Il gruppetto ha voluto colpire mettendo in evidenza lo scandalo che ha coinvolto il capoluogo della Marca in seguito a un’operazione della Squadra Mobile della Questura di Treviso su un giro di cocaina. Dalle indagini era emerso che anche un noto politico della città avrebbe fatto uso della sostanza. Tanto che nei giorni scorsi erano fioccate le polemiche tra i consiglieri comunali, molti dei quali avevano richiesto l’obbligo di un test del capello per tutti.

I manifestanti, nel corso della protesta, hanno acceso le telecamere riprendendo l’arrivo dei vigili urbani. Il blitz, che ha già portato all’identificazione dei membri del gruppo, potrebbe ora costare anche una denuncia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No coca no party", blitz dei Forconi in municipio a Treviso

TrevisoToday è in caricamento