rotate-mobile
Cronaca

Calzini, grill e piselli: aumentano gli inventori nel Trevigiano

In aumento, nel 2011, il numero di invenzioni depositate nella Marca. Tra le trovate geniali trevigiane un abbinatore di calzini, un grill da incasso e una macchina per cuocere pasta e legumi

Venezia è la capitale degli inventori del Triveneto, ma anche Treviso non ha di che lamentarsi. E tra le idee dei geni trevigiani non mancano trovate curiose.

I numeri sull’ingegnosità dei veneti sono stati resi noti dal Cesdoc, il Centro Studi dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Venezia. Il Cesdoc ha elaborato i dati raccolti nel 2011 da Cciaa del Triveneto e da Uibm, l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, e stilato una classifica delle città più inventive della Regione.

Si scopre così Padova è la provincia veneta leader nel deposito di brevetti, con circa un terzo dei brevetti depositati in tutta la Regione: 2.148 su 6.612. Un vero e proprio boom di invenzioni, però, è stato registrato nel 2011 nella città lagunare, dove i brevetti registrati sono stati il 28,13 per cento in più rispetto al 2010.

Crollano invece Belluno e Rovigo, mentre Verona e Vicenza hanno conosciuto un lieve peggioramento.

Treviso, invece, va forte nelle invenzioni, meno nei marchi. Nel 2011 nella Marca sono state partorite 183 invenzioni nazionali, il 7,65 per cento in più rispetto all’anno precedente, ma sono calati i depositi di marchi (meno 9,10 per cento), disegni e modelli (meno 37,50 per cento) e modelli di utilità (meno 3,77 per cento).

Tra le invenzioni trevigiane depositate nel 2011 si sono fatte notare un dispositivo, utile alle casalinghe, per accoppiare calze e calzini da lavare e, a conferma della passione culinaria dei trevigiani, un grill da incasso e un apparecchio automatico per cuocere pasta e legumi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calzini, grill e piselli: aumentano gli inventori nel Trevigiano

TrevisoToday è in caricamento