menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castelfranco: crisi asmatica, corsa in ospedale: muore 21enne

Il ragazzo, che fa parte di una famiglia del posto, è stato colto da una grave crisi respiratoria nel sonno nella notte tra martedì e mercoledì

CASTELFRANCO VENETO — L’attacco d’asma, la corsa disperata in ospedale, i tentativi disperati di salvargli la vita. Purtroppo non ce l’ha fatta a sopravvivere un 21enne di Castelfranco Veneto, Kevin Stepich, che fa parte di una famiglia della zona. La grave crisi respiratoria che lo ha colto nel sonno si è rivelata fatale.

Il drammatico episodio è avvenuto nel cuore della notte di mercoledì. Il giovane, mentre dormiva, è stato colpito da un attacco d’asma. I primi a soccorrerlo, viste le sue condizioni, sono stati i familiari che hanno lanciato l’allarme al 118. Il Suem ha inviato un’ambulanza sul posto che ha poi trasportato il 21enne al pronto soccorso più vicino. Qui ogni tentativo di tenerlo in vita si è rivelato completamente inutile. Sembra che la vittima da tempo soffrisse di crisi asmatiche. All’ospedale sono dovuti intervenire anche i carabinieri di Castelfranco Veneto a causa di alcune tensioni. I familiari del ragazzo, secondo quanto accertato dai militari, sembra sostenessero che l’ambulanza fosse arrivata in ritardo rispetto alla telefonata, fatto comunque smentito dalle forze dell’ordine. 

L’Ulss 8 ha poi informato in una nota che l'ambulanza, ricevuta la richiesta di aiuto, è partita dal pronto soccorso castellano alle ore 4.24 ed ha raggiunto il luogo in cui si trovava il paziente alle 4.29. All'arrivo sul posto il personale sanitario, constatato che il ragazzo si trovava in arresto cardiaco, ha avviato immediatamente le manovre di rianimazione (durate per circa 30 minuti), eseguite in loco e proseguite anche durante il trasferimento del paziente in ambulanza verso il Pronto soccorso. Purtroppo però, all’arrivo all’ospedale, ai sanitari non è rimasto che constatarne il decesso. Di fronte alla comunicazione del decesso stesso uno dei familiari giunto sul posto, probabilmente in stato di alterazione per il lutto improvviso, ha colpito l’ambulanza dell'Ulss, danneggiandola. Per ripristinare l'ordine sono stati chiamati i Carabinieri. Non risulta che alcun medico né operatore sanitario sia stato aggredito fisicamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento