rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Casale sul Sile / Via Trento e Trieste

Boom di alunni alle Rodari, da settembre lezione nei container

Le aule della scuola elementare di Casale sul Sile non sono più sufficienti ad ospitare gli allievi, sempre più numerosi. Il Comune, a corto di soldi, ha deciso di ricorrere ai container

Tanti bambini a scuola e pochi soldi nelle casse comunali. Per risolvere il problema di sovraffollamento dell'istituto "Rodari" il Comune di Casale sul Sile ha deciso di ricorrere ai container.

Come riporta La Tribuna di Treviso, l'amministrazione comunale, dopo una serie di incontri con i cittadini, ha stabilito di tamponare il problema trasferendo, da settembre, le nuove classi nei container, in modo da poter anche ripristinare i laboratori chiusi per far posto agli alunni.

"Già nel 2003 uno studio aveva evidenziato il primo boom - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Stefano Bortolini - La crescita è andata poi accentuandosi, tanto che lo scorso anno è stata spostata la segreteria didattica al centro sociale per far posto alle aule".

Come se non bastasse, la proiezione demografica segnala una tendenziale crescita fino al 2012-2018. Perciò è necessaria una soluzione.

La nuova giunta Giuliato, di fronte al problema di liquidità del Comune, ha quindi accantonato i progetti dell'amministrazione precedente, che pensava alla realizzazione della nuova scuola media nell'area di via Trento-Trieste, per dare priorità alle "Rodari".

La scuola verrà ampliata con dei moduli in legno, che verranno aggiunti a seconda delle necessità, usando il terreno adiacente, in modo da preservare il giardino già esistente e dare continuità all'attività scolastica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di alunni alle Rodari, da settembre lezione nei container

TrevisoToday è in caricamento