rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Castelfranco Veneto

Lotta al gioco d’azzardo: la polizia locale sanziona tre sale giochi

Il sindaco di Castelfranco, Marcon: «Il fenomeno esiste e persiste con conseguenze pericolose e in qualche caso devastanti per chi ne soffre e i familiari»

Una settimana serrata di controlli mirati e volti a reprimere la gestione non regolare di apparecchi slot e VLT delle varie sale giochi o presenti nei bar. Il personale del Corpo di Polizia Locale di Castelfranco Veneto reparto polizia amministrativa, ha effettuato negli ultimi giorni numerosi sopralluoghi di verifica presso le varie sale giochi ed esercizi commerciali del territorio dove sono presenti apparecchi elettronici per il gioco d’azzardo, con l’intento di verificare il pieno rispetto della Legge Regionale n. 38 del 2019 recante “Norme sulla prevenzione del disturbo da gioco d'azzardo patologico” che disciplina l’orario di spegnimento ed accensione degli apparati in fasce d’orario considerate delicate, nonché l’eventuale presenza di oscuranti delle aree di gioco rispetto alla viabilità esterna ed i criteri di sorveglianza dei locali imposti dal TULPS.

I controlli hanno dato esito positivo riscontrando alcune irregolarità: almeno un paio di sale recavano oscuranti per celare l’attività interna alle quali è stato imposto il rispristino delle condizioni di sorvegliabilità, altre invece durante i controlli avevano le slot modello VLT in funzione con giocatori presenti ed attivi nonostante l’orario imposto di spegnimento (07-09, 13-15, 18-20). Una sala altresì non regolare con la licenza del gioco. Per tutte le situazioni di irregolarità sono scattate le diffide, nonché le relative sanzioni e le segnalazioni in Questura per eventuali provvedimenti sulla licenza. Le sanzioni vanno dai 500€ ai 6000€ fino alla sospensione della licenza.

Commenta il sindaco, Stefano Marcon: “Le irregolarità evidenziate riguardano sale slot tanto del centro che della periferia: segno che il mancato rispetto delle regole è generalizzato. La Polizia locale continua ad essere attiva e presente nei controlli sul territorio perché il fenomeno del gioco patologico va prevenuto anche attraverso la repressione di chi infrange le regole. Purtroppo i dati dell’Istituto superiore di sanità dimostrano che il gioco d'azzardo terrestre, cioè nei locali, è diminuito dal 9,9% del periodo precedente la pandemia al 2,4% del periodo di lockdown, per poi risalire al 8% nel periodo di restrizioni parziali. Indice che il fenomeno esiste e persiste con conseguenze pericolose e in qualche caso devastanti per chi ne soffre e i familiari. Il Comune di Castelfranco Veneto continuerà ad intervenire con tutti i mezzi possibili affinchè questo triste fenomeno venga contenuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al gioco d’azzardo: la polizia locale sanziona tre sale giochi

TrevisoToday è in caricamento