Cronaca Montebelluna / via Benedetto Marcello

Intossicati dal monossido: figlia 21enne salva mamma, fratellino e sorelle

Tragedia sfiorata nella serata di mercoledì a Montebelluna in via Benedetto Marcello. La donna, 49 anni e i figli di 17, 10 e 7 anni sono stati soccorsi dal Suem 118 e dai carabinieri e trasportati in camera iperbarica

Un'ambulanza del Suem 118

Tragedia sfiorata nella serata di mercoledì all'interno di un'abitazione di via Benedetto Marcello a Montebelluna. A causa del malfunzionamento di una caldaia a gas una donna di 49 anni e le figlie di 18 e 12 anni e un figlio di 7 anni, tutti di origini marocchine, sono rimasti intossicati dalle esalazioni di monossido di carbonio. A dare l'allarme è stata la figlia maggiore, una 21enne, che ha salvato la sua famiglia: la giovane si trovava nella sua stanza e fortunatamente non ha subito conseguenze dalle esalazioni. Madre e figli sono stati soccorsi da medici e infermieri del Suem 118 e trasportati in ospedale a Montebelluna e poi in camera iperbarica a Mestre per le cure del caso. Nessuno versa fortunatamente in pericolo di vita. Sul posto, oltre al Suem 118, sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intossicati dal monossido: figlia 21enne salva mamma, fratellino e sorelle

TrevisoToday è in caricamento