rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca Montebelluna

15enne montebellunese scappa di casa e raggiunge Caposile in bici

Il ragazzo, dopo una lite in famiglia, si è allontanato. HA chiesto rifugio in un locale di Caposile, a Musile di Piave, dove ha raccontato tutto

MONTEBELLUNA — E’ uscito di casa, si è messo in sella alla sa bici e ha pedalato per 60 lunghi chilometri, finchè ha visto una luce, quella di un ristorante, e si è fermato. Era infreddolito, stanco, spaesato. Aveva percorso tanta strada, mentre i suoi genitori e i carabinieri lo stavano cercando.

Si è conclusa con un lieto fine la vicenda che vede protagonista un 15enne residente a Montebelluna che, come scrive la Tribuna, si sarebbe allontanato da casa a causa di una lite in famiglia. Il giovane avrebbe discusso con i familiari e, terminato il confronto, sarebbe salito in bici e si sarebbe messo a pedalare. Forse per raggiungere Jesolo, ma al suo arrivo a Caposile, sempre nel Veneziano, ha deciso di fermarsi.

Ha chiesto accoglienza all’interno di un locale, dove gli è stato offerto qualcosa da bere. Il giovane è stato convinto a raccontare cosa fosse successo ai titolari dell’esercizio commerciale, che hanno quindi potuto allertare i carabinieri e gli stessi genitori che ne avevano già denunciato la scomparsa. Tutto si è concluso per il meglio, insomma. Il ragazzino ha potuto tornare a casa in compagnia dei suoi, dopo una lunga pedalata e, forse, un'esperienza in più alle spalle. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

15enne montebellunese scappa di casa e raggiunge Caposile in bici

TrevisoToday è in caricamento