menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'occupazione all'ex Camuzzi

L'occupazione all'ex Camuzzi

Rissa all'ex Camuzzi, sei persone finiscono davanti al giudice

A quasi due anni di distanza dai disordini è iniziato il processo ai giovani accusati di aver dato vita a una maxi zuffa nel corso dell'occupazione dell'ex stabilimento, il 14 ottobre 2012

TREVISO – E' arrivato in aula il caso dei disordini alla ex Camuzzi. A quasi due anni di distanza sono comparsi davanti ai giudici sei giovani: tre esponenti del Coordinamento Studentesco e tre simpatizzanti dell'estrema destra trevigiana.

Il 14 ottobre 2012 il movimento studentesco aveva occupato il bastione di via Roma. Nel corso dell'iniziativa sarebbe scoppiata la rissa: un 25enne, che si è sempre dichiarato estraneo a due gruppi e che si sarebbe trovato lì per partecipare alla festa organizzata nell'ex stabilimento, ha riferito di essere stato accerchiato da una dozzina di persone. Quindi sarebbero volati calci e pugni tra gli esponenti delle due fazioni e la zuffa sarebbe poi proseguita alla stazione degli autobus. A disperdere il gruppo era stato l'arrivo delle volanti della polizia.

Dalle indagini sarebbe tuttavia emerso che solo sei persone, quelle presenti in aula, e il 25enne sarebbero stati coinvolti nei disordini. A far partire l'inchiesta era stata proprio la denuncia del ragazzo aggredito, che aveva riferito di essere stato colpito da un sanpietrino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento