menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diciassettenne in cordata colpito da una scarica di sassi sulle Dolomiti

Il ragazzo e i due compagni sono stati poi salvati dal soccorso alpino con l'elisoccorso che è poi dovuto intervenire altre volte nell'arco di giornata

SPRESIANO Numerosi interventi di emergenza quelli attuati domenica dal soccorso alpino sulle Dolomiti. Attorno alle 14, infatti, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sul Terzo spigolo della Tofana di Rozes, poiché, all'altezza dell'ottavo tiro, un diciassettenne di Spresiano era stato colpito da una scarica di sassi. L'infortunato, con contusioni al ginocchio, e i due compagni di cordata illesi sono stati recuperati in tre rotazioni con un verricello di 10 metri. Il giovane rocciatore è stato poi accompagnato all'ospedale di Cortina.

Successivamente però l'eliambulanza è stata inviata dal 118 sul Cason di Formin. Lì, verso la fine della via Menardi-Alverà a circa 2.200 metri di quota, uno scalatore sloveno, A.J. di 46 anni, rottosi un appiglio, era volato. L'alpinista e il compagno sono stati raggiunti dal tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio calato con un verricello di 20 metri. L'uomo è stato così condotto al Codivilla per un probabile trauma alla schiena. L'elicottero è infine decollato in direzione del Rifugio Vandelli, dove un'escursionista di Paese, la 53enne L.P., che stava scendendo verso Passo Tre Croci, era scivolata sul sentiero, 300 metri circa sopra la scaletta. Sbarcato nelle vicinanze, il tecnico del soccorso alpino ha prestato le prime cure alla donna, aiutato da un operatore del 118 che si trovava per caso sul luogo. Recuperata con un verricello di 10 metri, l'infortunata è stata trasportata all'ospedale di Cortina.

Allertato nei tre casi anche il soccorso alpino di Cortina per un eventuale supporto nelle operazioni.  La stazione del soccorso alpino di Livinallongo infine è stata attivata dal 118 per un turista straniero, caduto con la mountain bike mentre scendeva con un gruppo di persone da Porta Vescovo, Arabba. I soccorritori hanno caricato in barella l'uomo assieme al personale dell'ambulanza, che poi lo ha accompagnato, con un probabile trauma alla gamba, all'ospedale di Cavalese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento