menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Joystick della Ps4 (Immagine d'archivio)

Joystick della Ps4 (Immagine d'archivio)

Vendeva droga usando la chat della Playstation: 17enne in manette

Blitz dei carabinieri di Spresiano: il minorenne vendeva droga a una trentina di coetanei nella zona di Treviso, Villorba e Spresiano. Il giudice lo ha messo in comunità di recupero

Spacciatore di hashish e marijuana a soli 17 anni: i carabinieri di Spresiano hanno arrestato un pusher minorenne al termine di un'importante operazione anti-droga che ha interessato i Comuni di Treviso, Villorba e Spresiano.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", le indagini sono partite quando i carabinieri hanno fermato un 15enne con una piccola dose di marijuana nelle tasche, acquistata pochi minuti prima al campo sportivo di Spresiano. Il giovane non ha voluto dire agli uomini dell'Arma chi fosse il suo pusher di fiducia ma gli appostamenti dei carabinieri nella zona del campo sportivo hanno portato all'identificazione del 17enne. A quel punto è scattata la perquisizione domestica. In casa del ragazzino i militari hanno trovato un etto di hashish e marijuana, nascosto dal giovane sotto il letto e in alcuni barattoli della cucina. A colpire i carabinieri è stato però il metodo escogitato dal giovane spacciatore per contattare i suoi clienti, una trentina in totale. I luoghi in cui avveniva la consegna della droga venivano comunicati dal 17enne attraverso la chat della Playstation 4. Messaggi di poche parole con le indicazioni dei luoghi per la consegna. I clienti erano quasi tutti minorenni e gli scambi venivano effettuati anche durante i mesi di lockdown. Al termine delle indagini, l'arresto del giovane è stato convalidato dal giudice del tribunale dei minori di Venezia che ha disposto il collocamento del giovane in una comunità di recupero contro la dipendenza da sostanze stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento