menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Pederobba a Miane nasce la Strada dei Marroni Igp delle Colline di Venezia

Domenica l'evento digitale #VisitCombai: si potrà virtualmente passeggiare tra i boschi, degustare i piatti tipici e vivere l’atmosfera della 72^ edizione della Festa dei Marroni

PEDEROBBA Nasce la strada dei Marroni Igp delle colline di Venezia. L'idea è stata promossa in queste dall’Unpli di Treviso e in particolare dal presidente Giovanni Follador. Idea che ha subito trovato terreno fertile tra le amministrazioni locali dei territori vocati, Pederobba e Miane, rispettivamente Marco Turato e Angela Colmellere. Stessa sensibilità subito riscontrata anche dalle associazioni di produttori e dalle Pro Loco che organizzano le due feste dedicate proprio a questi prodotti, entrambi insigniti da alcuni anni del marchio di indicazione geografica protetta. ?"È tempo di fare sinergia tra territori e produttori sull'esempio di quanto facciamo come Pro Loco nella promozione delle singole iniziative attraverso la rassegna unica Delizie d'Autunno - sottolinea il presidente Follador - la strada sarà un importante veicolo per promuovere i nostri Marroni Igp, gli altri prodotti eccellenti del territorio, la cultura e le tradizioni legate a queste produzioni tipiche. La questione determinante è che insieme si va senza dubbio più lontano ed oggi i tempi sono maturi".?La strada dei Marroni Igp delle colline di Venezia, come ha suggerito il sindaco di Miane, andrebbe ad unire la Val Cavasia alla Val Sana correndo dal Monfenera a Combai coinvolgendo anche il Montello: una proposta di promozione territoriale e turistica da vivere in tutte le stagioni. In questo senso il progetto del Sentiero di Comby, realizzato a Combai, ne è una dimostrazione. Nel suo primo anno ha raccolto tremila visitatori.

DOMENICA INSTAMEET E BLOGGER A RADUNO TRA I CASTAGNI

Si chiama #VisitCombai il progetto di marketing digitale dedicato al prodotto tipico e al suo territorio che prenderà il via domenica grazie alla collaborazione di un gruppo di blogger di food e travel del Nordest e grazie alle community Instagram di Treviso, Belluno e del Veneto. Nell’era digitale la comunicazione diretta dei social, la capacità di narrazione attraverso l’esperienza diretta rappresentano infatti la strada migliore per promuove anche piccole realtà, come quella di un antico borgo delle Prealpi Trevigiane che ha molto da offrire al visitatore. Domenica, seguendo l’hashtag di riferimento #VisitCombai si potrà virtualmente passeggiare tra i boschi, degustare i piatti tipici, vivere l’atmosfera della 72^ Festa dei Marroni, una istituzione che si tramanda dal 1945.

IL PROGRAMMA DEL WEEKEND

Dalle 10, di venerdì, sabato e domenica si terrà l’ormai tradizionale simposio di scultura del legno. Il pubblico potrà ammirare gli intagliatori al lavoro mentre realizzano una scultura dedicata ai mestieri e ai personaggi tipici della vita nel bosco. Le sculture si possono poi ammirare durante le passeggiate nei castagneti. Sabato pomeriggio dalle 14, nel centro del paese, la Fantastica Via raccoglie gli artigiani del legno. Alle 15, sempre sabato, inizia la passeggiata per la raccolta dei marroni. Domenica sui comincia alle 9 con la Passeggiata nel Bosco, mentre alle 12.30 apre la vecchia osteria da “Ave Tonet”, tra degustazioni di formaggio, caldarroste e buon vino. Alle 14, visita guidata al parco didattico Il sentiero di Comby e in contemporanea dall’alto del colle Ronch che domina il paese concerto del Coro Monte Cimon ed esibizione del falconiere. In centro dalle 14.30 alle 18 i cortili si animeranno di spettacoli per bambini.

TUTTI I SABATI LA RACCOLTA DEI MARRONI

15-22-29 OTTOBRE: ore 15,00, si svolgerà la passeggiata con la possibilità di raccogliere i marroni, offrendo la possibilità a tutte le famiglie e ai bambini di raccogliere le castagne autonomamente. Il percorso prevede l’accompagnamento di una guida, l’accesso al Parco di Comby. Per info tel. 347-9544623  email info@marronedicombai.it - proloco@combai.it

PASSEGGIATE E TREKKING TRA I SENTIERI

DOMENICA 16 OTTOBRE | BOSCO INCANTATO: Ore 9.00, passeggiata lungo il percorso del nel bosco punteggiato dalle sculture lignee, realizzare nel corso degli anni durante i simposi di scultura alla festa dei marroni che rappresentano personaggi e miti locali.

DOMENICA 23 OTTOBRE | MARRONANDO: Ore 9.00, XVIII “Marronando” marcia non competitiva tra i castagneti (km 6 e 12), organizza il Gruppo Sportivo Valsana. Iscrizioni dalle ore 8.00 alle ore 8.30 per i gruppi, fino alle 8.45 per i singoli

DOMENICA 30 OTTOBRE | LA STRADA DEL VERDISO: Ore 9.00, passeggiando in compagnia di Giovanni Carraro, Accompagnatore Escursionistico ed esperto delle Prealpi che condurrà lungo il sentiero 1025. Escursione adatta a tutti. Km 8.

VENERDI’ 21-28 OTTOBRE | PASSEGGIATE IN NOTTURNA

FANTASTICA VIA e SPETTACOLI NEI CORTILI

Ogni week end mostre di arti e mestieri animeranno le contrade del paese con la FANTASTICA VIA, dal mattino alla sera, tutti i sabati e domeniche. Ogni domenica poi, spettacoli, musica e animazioni si terranno nei bei cortili “a corte chiusa” del borgo fatto di case in pietra, caratterizzate dai “pioi”, piccole terrazze utilizzate come essicatoi e dalle ritonde, luogo di ritrovo accanto al larìn, il focolare aperto. Si alterneranno gli scultori del legno, i laboratori creativi di pittura su tavolette di legno, la tessitura ad antico telaio, la lavorazione del formaggio, la dimostrazione “polenta in cortivo” e il “netàr panòce”. Per i più grandi intrattenimento come da tradizione in osteria da “Ave Tonet” tra gioco delle carte e le bocce.

IL SENTIERO DI COMBY ED ESPLORAMBIENTE

Il sentiero ludico didattico nato un anno fa ha già ospitato 3mila studenti delle scuole del territorio per insegnare i segreti dei castagno, ma anche per scoprire l’ecosistema del bosco, gli antichi mestieri. Durante la Festa l’escursione guidata è aperta a tutti, ogni domenica dalle 14,00. Esplorambiente è invece il progetto dedicato alle scuole che si sviluppa durante il periodo della festa: i piccoli partecipanti impareranno ad identificare le piante, i cespugli e gli arbusti partendo dalla corteccia e dalla forma delle foglie. A conoscere la vita del castagno, la castanicoltura, le tradizioni e la storia del bosco, attraverso le testimonianze del luogo e gli strumenti di lavoro di un tempo.

I PIATTI TIPICI E COMPETIZIONE TRA ROSTIDORI

Le rostidore giganti arrostiranno quasi 70 quintali di marroni durante i giorni della festa, marroni IGP che si potranno anche acquistare direttamente dai produttori. Oppure si potranno degustare il miele di castagno, i dolci, la birra (la Combaiota) fatta coi marroni e tantissimi piatti. Pasticcio, gnocchi, tortelli, rotolo…tutto farcito ai marroni, fino ai mondoi, piatto tipico della zona (una minestra di castagne secche cotta con maiale e accompagnata da sbrise), e ancora, spezzatino con marroni e polenta e pastin con castagne. Non mancherà la competizione tra rostidori: sabato 22 ottobre al ristorante Biss Badaliss ci sarà in palio la “rostidora d’Oro” per il miglior cuciniere di castagne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento