rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Centro / Piazza Duca d'Aosta

Pedinata e molestata in stazione si rifugia sul bus

Studentessa 17enne avvicinata, pedinata e Mole stata da un 41enne. In stazione torna l'incubo di via Dandolo. L'uomo e' stato identificato e denunciato

Si chiude il capitolo via Dandolo, con la condanna di Julio Cesar Zuluaga, ma torna la paura in stazione a Treviso. Vittima, ancora una volta, una studentessa, questa volta minorenne.

L'episodio risale al 5 giugno scorso, ma e' stato reso noto solo mercoledi, quasi in concomitanza con la fine del processo Zuluaga.

Una studentessa di 17 anni e' stata avvicinata e molestata da uno sconosciuto e si e' sottratta alle sue grinfie solo rifugiandosi su un autobus.

La giovane era seduta sulla scalinata, vicino al supermercato Despar.  Le si e' avvicinato un uomo, che le si e' seduto accanto proponendole di seguirla. La 17enne si e' quindi allontanata, intimando allo sconosciuto di lasciarla in pace. Ma l'uomo ha cominciato a pedinarla, facendole avances sempre piu' esplicite e volgari, fino a raggiungerla afferrandola ad un braccio.

La ragazza, terrorizzata, ha cercato di intercettare lo sguardo di qualcuno, confidando in un aiuto che non e' arrivato. Resasi conto che doveva arrangiarsi, si e' liberata dalla presa del molestatore e con uno scatto e' salita su un autobus che in quel momento sostava alla fermata vicina.

Una volte chiuse le porte del mezzo, la 17enne ha chiamato il 113.  Gli agenti della Polizia Ferroviaria sono risaliti all'uomo grazie alle foto segnaletiche dei frequentatori abituali della stazione, perche' nel punto in cui e' avvenuta l'aggressione non ci sono telecamere.

Si tratta di un romeno di 41 anni, senza fissa dimora, abitue' delle stazioni ferroviarie di Treviso e Mestre. A carco dell'uomo una sfilza di precedenti penali, tra i quali una violenza sessuale. Il molestatore e' stato denunciato per violenza privata, in stato di liberta'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedinata e molestata in stazione si rifugia sul bus

TrevisoToday è in caricamento