Denaro, oggetti sacri in oro e ostie: furto sacrilego in canonica

Grave episodio nei giorni scorsi presso la parrocchia di San Martino Vescovo, a Musano di Trevignano. L'episodio è avvenuto giovedì sera: i ladri hanno forzato la porta d'ingresso

La chiesa parrocchiale di Musano di Trevignano

Un centinaio di euro, nascosti in una cassetta di sicurezza, vari oggetti sacri in oro e una ventina di ostie non consacrate. Questo il bottino che un ignoto ladro è riuscito a trafugare all'interno della canonica della parrocchia di San Martino Vescovo a Musano di Trevignano, in via Chiesa. Il furto è avvenuto nella serata di giovedì. Il malvivente è penetrato all'interno dell'edificio dopo aver scassinato la porta d'ingresso. Sull'episodio indagano ora i carabinieri di Montebelluna.

Quella di Musano non è l'unica comunità religiosa della Marca che è finita nel mirino dei ladri in queste giornate tra Natale e Capodanno. La parrocchia della Natività della beata Vergine di Miane ha subito un furto, questa volta a livello telematico, di ben 1170 euro, denaro che è stato prelevato da ignoti, dal conto corrente della parrocchia. Anche su questo fatto sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri di Col San Martino.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

  • Buona la prima: al Biscione in pista oltre 200 ballerini di tango argentino

  • L'estate incantata arriva a Treviso: cinema e spettacoli da luglio a settembre

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

  • Grave incidente a Ponzano, cade con lo scooter: soccorso dal Suem 118

  • Sparito nelle acque del Piave, ore di angoscia per Nicola Bertoli

Torna su
TrevisoToday è in caricamento