rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Corruzione, arrestati due militari della Guardia di Finanza e un imprenditore

Il Procuratore Michele Dalla Costa: "Abbiamo verificato comportamenti anomali nel corso di un controllo, una verifica aveva avuto un addomesticamento da parte di chi operava"

TREVISO Corruzione: questa la pesantissima accusa da cui dovranno difendersi un capitano, Stefano Arrighi, ex comandante della Compagnia di Conegliano, e un luogotenente, Biagio Freni, della Guardia di Finanza di Treviso che sono stati arrestati in mattinata dai propri colleghi del nucleo di polizia tributaria. A finire in manette anche un imprenditore di Ponte di Piave, Andrea Ongetta, che avrebbe beneficiato di un controllo "agevolato" da parte dei due esponenti delle fiamme gialle. Tutti si trovano ora ai domiciliari. I finanzieri "infedeli" avrebbero incontrato il presunto corruttore fuori dal servizio e avrebbero ricevuto degli oggetti di valore, non meglio identificati, come regalo per la loro indulgenza.

Il Procuratore Michele Dalla Costa ha commentato: "Abbiamo verificato comportamenti anomali nel corso di un controllo, una verifica aveva avuto un addomesticamento da parte di chi operava". "C'è amarezza per quel che è successo ma questo episodio dimostra che la nostra istituzione funziona perchè abbiamo gli anticorpi per combattere contro questi comportamenti": ha detto il comandante provinciale delle fiamme gialle, Alessandro Serena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione, arrestati due militari della Guardia di Finanza e un imprenditore

TrevisoToday è in caricamento