menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treviso civica: un progetto per riqualificare i giardini scolastici grazie ai più piccoli

Presentato nelle scorse ore agli assessori Cabino e Michielan un nuovo grande progetto per le scuole elementari di Treviso, che partirà dalle Carducci di Santa Bona

TREVISO E’ stato presentato il 21  luglio agli assessori per le Politiche Scolastiche Cabino e per il benessere psico?fisico Michielan, il nuovo progetto pluriennale per la riqualificazione partecipata dei giardini scolastici di Treviso. L’idea nasce da un gruppo di  Insegnanti ed esperti ambientali attivi nella lista "Treviso Civica" che hanno lavorato negli ultimi  mesi  per  proporre un  piano che  possa essere  implementato  nel  breve periodo nelle  diverse  scuole  elementari della città.

L’obiettivo principale è quello di rendere i ragazzi protagonisti dell’ambiente in cui vivono, grazie a laboratori e viaggi di istruzione che forniscano  le  basi  per  una  capacità  di  analisi  delle ricchezze e delle criticità del territorio. Scopriranno e studieranno il paesaggio urbano  come quello dei quartieri di Treviso, ma anche scenari tipici ed affascinanti come le colline  della pedemontana e le aree di risorgiva. E grazie agli stessi esperti che hanno collaborato  alla redazione  del  progetto,  impareranno  a  riconoscere i  vari  tipi  di  piante e  ad  orientarsi  tra i diversi tipi di contesto urbano. Ma  il  vero  scopo  del  progetto  è  far  maturare  una  capacità  di  analisi  e  progettazione  nei  giovani. I laboratori non si fermeranno infatti a ciò che stimola la vista, ma saranno fonte di  riflessione per una nuova  idea  di città  in  cui  vogliono vivere e  crescere. E  come dare loro  l’opportunità  di  mettere  in  pratica  quanto  imparato?  Alla  fine  del  percorso  didattico  saranno  loro  stessi a proporre  un  progetto  di  riqualificazione  degli  spazi  dove  quotidianamente passano parte del loro tempo per ricreazioni e merende: le aree esterne  delle Scuole. Aree  esterne  poco  funzionali  potranno  così  essere  adibite  ad  orto  per  prendersi  cura  dei  prodotti della terra. Spazi vuoti si tramuteranno in spazi di socializzazione e gioco all’ombra  di nuove alberature. Parti del giardino in stato di abbandono verranno tramutati in percorsi  botanici dove poter ammirare ed apprezzare i diversi tipi di piante autoctone. Elementi di arredo di recupero potranno diventare le gradinate per una piazza utilizzata per spettacoli  o momenti di condivisione delle classi. Si parte a settembre 2016 dalla scuola elementare Carducci del quartiere Santa Bona, che  farà  da  apripista  grazie  alla  collaborazione  attiva  degli  organismi  scolastici  e  la  partecipazione  alla  redazione  del  progetto  del  maestro  Lucio  Carraro, da sempre impegnato nella conoscenza  e  trasmissione  delle  bellezze  paesaggistiche  del  nostro  territorio. L’interesse di altri organismi scolastici, la rinnovata disponibilità di Treviso Civica  ed  i  fondi  che  verranno  messi  a  disposizione  dall’Amministrazione Comunale della Città consentiranno di replicare in maniera diffusa l’esperienza delle  Carducci presso  gli  altri  plessi scolastici. Una Treviso più bella e verde è possibile. Ai ragazzi la possibilità di contribuire a realizzarla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento