Cronaca

Presentata la giuria della seconda edizione del “Concorso Luciano Vincenzoni”

Sono 56 i soggetti arrivati. I giovani soggettisti ammessi in via definitiva al concorso provengono da tutta Italia, dal Friuli alla Sicilia. Molti i partecipanti di origine veneta

TREVISO Il 30 giugno si sono chiuse le iscrizioni alla seconda edizione del Concorso Vincenzoni, manifestazione istituita dall’Assessorato ai beni culturali ed ambientali e sistema museale di Treviso che intende mantenere viva la memoria di un illustre concittadino che con le sue sceneggiature ha segnato la storia del cinema italiano.

La manifestazione, organizzata in collaborazione e con il sostegno di Treviso Film Commission e l’associazione culturale Cineforum Labirinto, si rivolge a giovani soggettisti per offrire una occasione importante per manifestare la loro creatività sia su un soggetto a tema libero sia su temi specifici individuati di volta in volta dagli organizzatori.

Le sezioni speciali individuate per l’edizione 2016 sono quella biografica dedicata allo scultore trevigiano “Arturo Martini” e quella storica intitolata “Il Veneto in guerra”. Per tutte le sezioni è previsto un premio in denaro del valore di 2.000 €.

I giurati scelti dagli organizzatori del Concorso saranno il regista e produttore Enrico Vanzina (presidente), lo sceneggiatore Premio Oscar Umberto Contarello, il co-regista di Signore e Signori Francesco Massaro, Lorenzo Reggiani, Maria Teresa De Gregorio, il poeta Francesco Targhetta e il critico Nicola De Cilia. Prenderanno inoltre parte alla giuria il vincitore della scorsa edizione, il vicentino Elia Gonella,  ed esponenti di alcune delle realtà cinematografiche più significative del territorio come Ettore Caniello (Fiati Corti) e Chiara Andrich (Sole Luna Festival).

Anche quest’anno il Concorso ha ottenuto risultati importanti in numerici: sono infatti 56 i soggetti arrivati e per la diffusione sul territorio nazionale. I giovani soggettisti ammessi in via definitiva al concorso provengono da tutta Italia, dal Friuli alla Sicilia. Anche i partecipanti di origine veneta, ai quali erano rivolti più specificatamente le sezioni speciali, sono stati molto numerosi, testimoniando la concentrazione nel nostro territorio di notevoli energie creative.

 "Il concorso è nato all'interno dell'Assessorato alla Cultura con la collaborazione di Livio Meo e Paolo Ruggieri - ha dichiarato l'assessore ai beni culturali Luciano Franchin - Una manifestazione che riscuote sempre maggior interesse e che vede una giuria molto qualificata composta da persone della zona veneta che hanno fatto del cinema una passione e che vede la collaborazione con Associazioni come Fiati corti e Sole Luna Festival, ma anche con illustri nomi del cinema nazionale come Enrico Vanzina e Umberto Contarello".

"Tre sono le sezioni del concorso di quest'anno - ha dichiarato Livio Meo del Cineforum Labirinto -  stiamo avendo una grande risposta da tutto il territorio nazionale con molti soggetti che arrivano da Roma e dalla Sicilia. Inoltre siamo particolarmente felici della presenza in giuria del prof. Nico Stringa per la sezione dedicata ad Arturo Martini".

"Treviso Film Commission e Consorzio Marca Treviso sostengono il concorso intitolato al grande sceneggiatore Vincenzoni perché Treviso è una città che con il cinema ha un legame particolare e sempre più spesso molte produzioni cercano e scelgono gli angoli suggestivi della nostra bella Città - ha dichiarato Alessandro Martini del Consorzio Marca Treviso -  Approfitto per ringraziare il Comune, che attraverso gli uffici amministrativi e la Polizia locale fornisce sempre una collaborazione importante per la realizzazione dei set cinematografici in città".

"Il concorso Vincenzoni porta fortuna perché uno dei vincitori dell'anno scorso ha presentato un documentario che è stato selezionato per il Festival di Cannes", ha aggiunto il giurato Francesco Targhetta. Insieme a Targhetta anche De Cilia e Canniello presentati ufficialmente questa mattina alla stampa.  "Mi occupo di cinema fin da quando sono bambino e sono onorato di essere stato convocato a far parte di questa giuria - ha dichiarato Nicola De Cilia - sono stato molto curioso di vedere le proposte ed i temi trattati dai soggetti che sono stati ammessi". Infine Ettore Canniello, esperto di cinema: "Sono onorato di far parte della giuria. Appassionato di cinema fin da bambino, particolarmente mi occupo della lettura comparta tra i romanzi e la loro trasposizione cinematografica. Ho collaborato con Fiati Corti e ho realizzato tre cortometraggi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentata la giuria della seconda edizione del “Concorso Luciano Vincenzoni”

TrevisoToday è in caricamento