rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Minorenne controllato dai carabinieri, spunta un coltello da cucina

L'episodio nel pomeriggio di mercoledì: l'arma bianca, di sedici centimetri, è stata sequestrata. Spaccio di cocaina e marijuana, arresti e denunce in tutta la provincia. Fermati e identificati automobilisti e passeggeri di oltre 400 veicoli

Un coltello da cucina della lunghezza di sedici centimetri. Questo quanto hanno sequestrato i carabinieri di Montebelluna, ieri pomeriggio, ad un minorenne della pedemontana. Per il giovane è scattato una denuncia alla Procura per i minori mentre sarà segnalato alla Prefettura di Treviso un altro giovanissimo che é stato trovato in possesso di due involucri di hashish di alcuni grammi di peso.

E' uno degli episodi avvenuti nel pomeriggio di ieri, 16 febbraio, durante i controlli stradali svolti dai carabinieri di Treviso dal pomeriggio di ieri fino alla tarda serata I militari sono stati impegnati sulle principali arterie viarie della provincia. A Treviso, in particolare, l’attività di pattugliamento su strada è stata supportata da un equipaggio del 14° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Belluno. Nel corso delle operazioni, che hanno visto la presenza attiva di una cinquantina di pattuglie dell’Arma in tutta la Marca: fermati complessivamente in tutta la provincia 400 veicoli e identificate circa 600 persone, rilevando, a carico di utenti della strada indisciplinati, una quindicina di violazioni al codice della strada (guida senza patente, mancato uso cinture di sicurezza, ecc.).

Particolarmente intensa l'attività anti-droga dei militari. Ieri i carabinieri della Compagnia di Treviso hanno arrestato per spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale un 26enne nigeriano sorpreso a cedere ad un proprio “cliente”, nel pomeriggio di ieri in via Santa Barbara a Treviso, una dose di cocaina. Lo straniero, per sottrarsi al controllo, si è dato alla fuga, opponendo resistenza ed usando violenza nei confronti dei carabinieri, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Lo straniero è stato infine bloccato e poi trovato in possesso di ulteriori quantitativi - alcuni grammi già suddivisi in dosi - di eroina, cocaina e marijuana e di un bilancino di precisione.

Nel centro di Vittorio Veneto, dopo un controllo dei due occupanti di un’autovettura in sosta, il conducente veniva trovato dai militari operanti in possesso di un ridotto quantitativo di stupefacente del tipo marijuana e quindi segnalato all’Autorità amministrativa.

Sempre nelle ore scorse nella Castellana, è stato arrestato in flagranza del reato di detenzione di stupefacenti un 46enne del padovano che, sottoposto a perquisizione in collaborazione con i militari del luogo, è stato trovato in possesso di circa 7 grammi di cocaina ed altrettanti di eroina, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga.

Denunciato sempre dai carabinieri di Castelfranco Veneto, per ricettazione, un 24enne kosovaro dimorante nell’asolano trovato in possesso di un telefono cellulare, del valore di circa 250 euro, frutto di un furto avvenuto nel luglio scorso ai danni di un pensionato della zona.

Infine è stato denunciato un 47enne che, alla guida della propria autovettura nel comune di Loria, all'esito di accertamento alcolimetrico operato da una pattuglia dell’Arma, è risultato positivo con un tasso alcolemico pari a 1,86 gr/l.. La patente di guida del conducente è stata ritirata ed il veicolo sottoposto a fermo amministrativo;

Nell’opitergino i carabinieri della locale Tenenza hanno posto agli arresti domiciliari un 61enne del luogo in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale trevigiano a seguito di condanna a pena detentiva per il reato di appropriazione indebita aggravata in concorso, commesso alcuni anni or sono nel trevigiano e nel veronese;

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne controllato dai carabinieri, spunta un coltello da cucina

TrevisoToday è in caricamento