menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'accerchiamento dell'autista Mom del 2014

L'accerchiamento dell'autista Mom del 2014

Aveva partecipato al pestaggio di un autista Mom: 25enne condannato

Deve scontare altri 7 mesi di reclusione per resistenza, falsa attestazione delle proprie generalità e per non aver rispettato un provvedimento del Questore che aveva emanato nei suoi confronti un divieto di ritorno nel Comune di Treviso

E' salito all'onore delle cronache per essere uno dei due imputati nel processo per l'aggressione del 15 novembre del 2014 ad un autista di un bus della Mom in pieno centro a Treviso. Ma l'ivoriano 25enne Sylvestre Billa è uno che con la giustizia ha parecchi conti aperti. Attualmente in carcere per scontare una pena definitiva per furto (gli restano ancora circa due anni da trascorrere dietro le sbarre) il giovane è stato condannato stamattina a 7 mesi di reclusione per resistenza, falsa attestazione delle proprie generalità e per non aver rispettato un provvedimento del Questore di Treviso, che aveva emanato nei suoi confronti un  divieto di ritorno nel Comune di Treviso.

Tutti fatti avvenuti tra il dicembre del 2015 e il luglio del 2016, quindi successivamente al presunto pestaggio del guidatore di autobus. Oltre ad aver dato false generalità nel corso di svariati controlli avvenuti durante il 2016, Billa nel dicembre del 2015 avrebbe avuto un violento alterco con alcuni agenti della Polizia Locale del capoluogo. Durante un controllo era stato invitato a presentare i propri documenti (si tratta comunque di un immigrato regolare, in possesso di permesso di soggiorno) e poi di salire in macchina per raggiungere il comando al fine di svolgere altre verifiche. Ma il 25enne si sarebbe rifiutato di seguire gli agenti. Bloccato avrebbe tentato di liberasi prima provando a divincolarsi e poi spintonando alcuni dei vigili, tanto che era stato bloccato solo grazie all'utilizzo di uno spray al peperoncino. Difeso dall'avvocato Enrico De Stefano del Foro di Treviso Billa se l'è in fondo cavata a buon mercato. Il pubblico ministero aveva infatti chiesto una condanna a 2 anni e 6 mesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento