Dosi di marijuana nascoste nel manico dell'ombrello, pusher scoperti

Controllo delle volanti della polizia in via Fiumicelli a Treviso. Arrestato un nigeriano di 25 anni che in Questura a Treviso ha aggredito i poliziotti, denunciato un coetaneo guineano che si trovava con lui e aveva tentato la fuga

Una volante della polizia in via Fiumicelli

Operazione antidroga nel primissimo pomeriggio di mercoledì delle volanti della polizia in centro storico, in particolare nella zona di via Fiumicelli a Treviso. Poco dopo le 13 gli agenti hanno fermato, identificato e controllato cinque ragazzi stranieri che da tempo bazzicavano nella zona, con un atteggiamento che gli agenti hanno subito giudicato come sospetto: vedendo le volanti, i giovani hanno provato a salire in sella alle loro biciclette per cercare di dileguarsi, ma son stati prontamente fermati.

Durante il controllo, i poliziotti si son resi conto che il manico dell’ombrello portato nel portapacchi da uno di loro era chiaramente stato manomesso e, dopo aver sfilato il manico, hanno notato che al suo interno era stata ricavata una cavità. All'interno erano state occultate cinque dosi di marijuana, già confezionate in bustine termosaldate e pronte per essere cedute. Il gruppetto di ragazzi, privi di documenti, sono stati accompagnati in Questura per essere identificati. Uno di loro, J.M., 25enne nigeriano, dal cui controllo non era peraltro risultato nulla di penalmente rilevante, è andato inaspettatamente in escandescenze, aggredendo i poliziotti durante le procedure di identificazione. La veemente reazione del nigeriano è stata subito bloccata solo grazie alla prontezza di riflessi dei poliziotti. Per questi motivi il 25enne è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, mentre un altro membro del gruppetto K.A., guineano di 25 anni, è stato denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento